Copenaghen, 26 gen – A New York tolgono l’obbligo di mascherina all’aperto (con tanto di sentenza della Corte suprema), in Gran Bretagna non ci sono praticamente più restrizioni e la Spagna, dopo aver bocciato l’introduzione del green pass, ha iniziato a classificare il Covid come una normale influenza. Ora arriva pure la Danimarca, che la pensa esattamente come iberici e britannici: bisogna convivere con il virus, basta con le restrizioni. E ci sarebbe da aggiungere anche la Francia, dove Macron, con le elezioni alle porte, ha deciso di allentare parecchie misure anti-Covid. Solo l’Italia sembra voler insistere nella sua follia chiusurista.

Il green pass non serve più

Il caso della Danimarca, in effetti, è sorprendente: malgrado i numerosi contagi, Copenaghen è intenzionata a farla finita con le restrizioni. Nelle prossime ore, la premier danese Mette Frederiksen dovrebbe annunciare la scadenza delle misure anti-Covid, e cioè il 31 gennaio. In una lettera indirizzata ai parlamentari, il ministro della Salute Magnus Heunicke ha già annunciato che non ci sarà più l’obbligo di mascherina e che il settore della ristorazione non dovrà più sottostare all’orario ridotto. Di conseguenza, non serve più neanche il «coronapass» (equivalente del nostro certificato verde), così come, in caso di tampone positivo, è prevista una riduzione del periodo di isolamento, che non andrà oltre i quattro giorni.

La Danimarca dichiara finita l’emergenza

I motivi della decisione del governo danese sono stati illustrati dallo stesso ministro della Salute: il tasso di vaccinazione in Danimarca è molto alto e il Cts di Copenaghen ha sentenziato che il Covid «non è più una malattia socialmente critica». Anche nella nazione scandinava, infatti, la variante Omicron è sì altamente contagiosa, ma all’aumento delle infezioni non ha corrisposto alcuna crescita dei decessi. In Danimarca, insomma, governo ed esperti hanno stabilito che l’emergenza ormai è finita e che, pertanto, non ha senso prorogare le restrizioni alla libertà dei cittadini. Draghi e Speranza prendano nota.

Gabriele Costa

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

Commenta