Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 mar – Il generale americano Christoper Cavoli è il comandante di Us Army Europe ed è dunque a capo dell’esercitazione Defender Europe 20. Da ieri sta circolando in rete su alcuni siti di informazione italiani, la notizia della positività di Cavoli al coronavirus. Questo, stando alla ricostruzione di alcuni osservatori, potrebbe aver contribuito a far maturare la decisione dei vertici militari Usa di ridimensionare l’esercitazione. In realtà però non vi sono certezze a riguardo, perché non è chiaro se Cavoli sia positivo o meno al virus. Quel che è certo è soltanto che il generale statunitense si trova in quarantena, perché potrebbe essere stato contagiato. Lo sappiamo da quattro giorni, ovvero da quando ne ha parlato il New York Times riprendendo una nota della Reuters.



La conferma del possibile contagio

“Il comandante dell’esercito degli Stati Uniti in Europa potrebbe essere stato esposto al coronavirus, mentre un marine che si è rivelato positivo stava lavorando per un’agenzia di difesa vicino al Pentagono”, si legge nel pezzo del quotidiano americano. Ma secondo il New York Times, Cavoli potrebbe essere stato contagiato anche durante una conferenza con i comandanti delle forze di terra in Europa. La conferenza si è svolta lo scorso venerdì a Wiesbaden, in Germania. Ma chi avrebbe trasmesso il virus al generale statunitense? Neanche a dirlo, il sospetto Usa è ricaduto subito su un possibile untore italiano semplicemente perché in una foto Cavoli appare seduto accanto a un ufficiale dell’Esercito italiano. E visto che il Capo di Stato Maggiore, Salvatore Farina, ha contratto il coronavirus, secondo il New York Times potrebbe essere stato lui a contagiare il generale americano.

Black Brain

La conferma del probabile contagio di Cavoli è arrivata però anche dal Pentagono. Ryan McCarthy, Segretario dell’esercito Usa, ha infatti scritto in una nota ripresa dal Washington Times che “il comandante di U.S. Army Europe, generale Christopher G. Cavoli, insieme a diversi membri del suo staff, potrebbe essere stato esposto a Covid-19 durante una recente conferenza”. Nella stessa nota, McCarthy ha precisato che “Cavoli e gli altri membri dello staff sono in quarantena volontaria pur mantenendo da remoto le loro responsabilità di comando”.

Sta di fatto che la Us Army Europe non ha rinunciato ad effettuare la maxi operazione militare che si svolgerà nel nostro continente fino a giugno. Al momento ha semplicemente ridotto il numero di soldati Usa chiamati a prenderne parte. Ma non è escluso che le forze armate di Washington, nelle prossime ore, cambino idea e virino in direzione di un più saggio: stiamo a casa.

Eugenio Palazzini

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta