Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 10 mag — L’ombra del miliardario pedofilo Jeffrey Epstein si allunga sul divorzio — annunciato nei giorni scorsi e altrettanto miliardario — tra Bill e Melinda Gates.



La frequentazione scomoda tra Gates e Epstein  

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal la fine del matrimonio tra il padre di Microsoft e la moglie covava da diversi anni. Stando alle indiscrezioni raccolte dal quotidiano, Melinda si sarebbe rivolta agli avvocati divorzisti due anni e mezzo fa, nell’ottobre 2019. In quel periodo venne resa nota l’amicizia e la serie di incontri avvenuti tra Mr. Gates e Epstein, dopo l’arresto di quest’ultimo per traffico sessuale di minorenni. Epstein si suicidò — in circostanza decisamente poco chiare — il 10 agosto 2019 presso il Metropolitan Correctional Center di New York.

Black Brain

Epstein e la corte dei potenti

Con l’arresto di Epstein aveva tremato il mondo della politica e dell’alta finanza internazionale: lo scandalo avrebbe potuto coinvolgere o mettere in imbarazzo una lunga lista di personaggi potenti, «compresi numerosi eminenti politici americani, potenti manager, presidenti stranieri, un primo ministro ben noto ed altri leader stranieri» che erano soliti intrattenere rapporti di amicizia e collaborazione con Epstein. Il magnate fu un tempo grande amico di Bill Clinton; il suo jet privato, un Boeing 727, chiamato Lolita Express, secondo quanto riporta Fox News ospitò per ben 26 volte, dal 2001 al 2003, l’ex presidente americano. Lo stesso aereo con cui il miliardario trasportava minorenni per molestarle nelle sue residenze di lusso.

Melinda era a disagio per l’amicizia tra Gates e Epstein

Nel 2011 in almeno tre occasioni Bill Gates e alcuni dipendenti della sua fondazione fecero visita a Epstein nella sua abitazione di Manhattan. Ma la goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso, mandando Melinda su tutte le furie, secondo il sito Daily Beast sarebbe stata l’incontro dei Gates con lo stesso Epstein presso l’Upper East Side Mansion nel settembre 2013. Melinda dichiarò ad alcuni conoscenti che si sentiva profondamente a disagio per questa frequentazione. 

Voci incontrollate

L’annuncio del divorzio aveva dato la stura al calderone delle congetture e dei pettegolezzi sulle motivazioni alla base della decisione: tra queste, la voce che Bill avrebbe avuto una relazione con una giovane cinese impiegata dal 2015 per la Fondazione Bill e Melinda Gates in qualità di interprete.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. resto sempre più dell’idea che l’istituto matrimoniale deve essere riformato
    completamente,creando un matrimonio a termine
    (max 5 anni,eventualmente rinnovabili*)
    e unitamente a questa riforma completa,
    devono diventare OBBLIGATORI:
    – l’accertamento di paternità alla nascita,
    – la preventiva dichiarazione scritta di volere dei figli da parte dell’uomo:
    diversamente NON può essere IN ALCUN MODO attribuita la paternità per vie legali.

    DEVE inoltre diventare normale anche la possibilità per un uomo di avere dei figli in autonomia,
    tramite la GPA.

    perchè è una questione di giustizia:
    molti anni dopo le donne,ANCHE NOI UOMINI,DOBBIAMO PRETENDERE CHE SI
    TUTELINO I NOSTRI DIRITTI RIPRODUTTIVI.

    (*quando non viene rinnovato,decade automaticamente senza lasciare alcuno strascico legale,nè obbligo…
    tranne quelli riguardo gli eventuali figli,che DOVRANNO PER LEGGE essere a carico di ambedue i genitori in parti uguali)

Commenta