Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 apr – Il Ghana, la Costa D’Avorio e, in misura minore, Camerun e Nigeria sono tra i principali produttori di cacao al mondo. Nel caso dei primi due, rappresenta anche una delle principali fonti di guadagno per le loro economie. Il settore è però da tempo sotto accusa per via dell’impatto sui delicati equilibri degli ecosistemi locali. Se questo non bastasse sono ancora tanti i bambini che vengono usati per raccogliere i chicchi delle piante. Il dibattito attorno a questi temi è aperto e coinvolge, per ovvi motivi, anche le industrie dolciarie. Portando, di recente, a più di qualche risultato.



L’impegno di Ferrero per il cacao “sostenibile”

E’ il caso ad esempio di Ferrero, che ha raggiunto l’obiettivo di utilizzare cacao proveniente solo da fonti sostenibili, nel rispetto dell’ambiente e senza il ricorso a lavoro minorile. Per conseguirlo, il colosso piemontese ha creato un innovativo sistema di tracciabilità. Grazie a questo può risalire direttamente a ogni coltivatore, così da scartare chi non rispetta le regole. A coronamento dell’impegno è giunta la certificazione da organizzazioni come la Rainforest Alliance, Fairtrade e Cocoa Horizons.

Leggi anche – Prezzi del cacao: un nuovo accordo per aiutare l’economia africana

Ferrero sta inoltre lavorano a un progetto, della durata di cinque anni e del valore di 8 milioni di euro, insieme a Save the Children per la protezione di bambini di numerose comunità che coltivano il cacao. In più, l’azienda di Alba sta anche aiutando diverse migliaia di piccoli agricoltori, in prevalenza donne, ad ottenere piccoli prestiti per finanziare le proprie attività imprenditoriali. Per quanto riguarda la collaborazione con Save the Children, Ferrero sta finanziando iniziative sociali in 65 comunità nella regione di Haut-Sassandra dove compra buona parte del suo cacao, finanziano progetti volti a migliorare l’alimentazione dei più piccoli, nonché il loro accesso all’educazione.

Giuseppe De Santis

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. La questione è che non c’è solo cacao nei prodotti Ferrero, anzi per la verità ce ne è pure pochino.

Commenta