Roma, 16 mag – La Finlandia e la Svezia chiedono ufficialmente di entrare nella Nato, come riporta l’Ansa. Per essere più precisi, Helsinki lo ha già fatto ieri, domani sarà il turno di Stoccolma.

Finlandia e Svezia, ecco le richieste di ingresso nella Nato

Tra Finlandia e Svezia nella Nato, è Helsinki la prima a chiedere ufficialmente l’ingresso nell’Alleanza. Per il presidente finlandese Sauli Niinisto, infatti, “una nuova era si apre”, mentre per il primo ministro Sanna Marin “la minaccia nucleare è molto seria, non possiamo più credere che ci sarà un futuro di pace accanto alla Russia restando da soli”. Poi prosegue: “Non avremmo preso questa decisione se non avessimo pensato che avrebbe rafforzato la nostra sicurezza nazionale: pensiamo che sia la giusta decisione. La minaccia nucleare è molto seria, e non può essere isolata in una specifica regione se parliamo di armi nucleari”. E ancora, la scelta “influenzerà tutta la regione baltica e rafforzerà le capacità di tutti i paesi di difendersi e rafforzerà anche la Nato. Siamo preparati a diversi tipi di reazioni russe. Siamo pronti e ci stiamo preparando”. Stoccolma, invece, attenderà ancora un giorno: sarà domani, infatti, il momento di presentare la domanda, come riporta il quotidiano svedese Svenska Dagbladet: gli svedesi inoltreranno tutto presso la sede della Nato a Bruxelles, e il governo deciderà per la candidatura nel pomeriggio di oggi, lunedi 16 maggio.

Turchia: “No al sostegno dei terroristi Pkk”

Dopo aver inizialmente posto un vedo all’adesione dei Paesi scandinavi, Ankara si è mostrata favorevole, ammonendo però sul fermo no al sostegno dei terroristi del Pkk. È ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu ad affermarlo, al termine del vertice dell’Alleanza a Berlino.

L’infinito assalto all’acciaieria Azovstal

La guerra, ovviamente, prosegue. E a Mariupol l’assedio all’acciaieria Azovstal sembra infinito. E nel frattempo, durante una conferenza stampa, Kateryna, moglie di un soldato del battaglione Azov, sostiene che gli ultimi uomini raggrupati lì “hanno perso le speranze e si preparano alla battaglia finale”. A riportare le dichiarazioni della donna sono i media ucraini. Kateryna prosegue affermando che gli uomini “sono pessimisti, perché non c’è quasi speranza di salvezza. Si stanno preparando per l’ultima battaglia perché non credono in una soluzione diplomatica”. Sulla questione interviene anche il capo della delegazione russa nei colloqui con Kiev, Vladimir Medinsky, secondo cui i combattendi di Azov non possono essere oggetto di “negoziati politici”. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, intanto, parla di  “nuovi tentativi della Russia di attaccare il Donbass, per consolidare le sue posizioni nel sud dell’Ucraina. Gli occupanti ancora non vogliono ammettere di essere in un vicolo cieco e che la loro cosiddetta ‘operazione speciale’ è già fallita. Il popolo spingerà gli invasori al pieno riconoscimento della realtà”

Stelio Fergola

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. “Il Principe”

    https://telegra.ph/La-Leggenda-di-Izzy-Re-di-Ragn-rokk-04-11

    ” Nell’ONTA-no medio evo europeo…”

    https://telegra.ph/Il-Boschetto-di-Satana-LAsino-Servitore-e-il-Gallo-Impotente-04-12

    “… Lo stesso politico ebreo che ha promesso agli elettori un futuro dorato, fa sprofondare l’intero popolo in una terribile disgrazia…” (Ernst Hiemer – Norimberga, 1940)

    https://telegra.ph/Re-Ashura-Loka-il-Maiale-e-Coccodrillo-04-21

    «Non date cose sante ai cani, e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi». (Matteo. 7, 6)

    https://telegra.ph/Si-Gioca-Col-Fuoco-04-25

    “Tutti gli Stati, tutti e dominii che hanno avuto, è hanno imperio sopra gli uomini, sono stati e sono o Repubbliche o Principati. I principati sono o ereditari, de’ quali il sangue del loro Signore ne sia stato lungo tempo Principe, o è sono nuovi. I nuovi o sono nuovi tutti, come fu Milano a Francesco Sforza, o sono come membri aggiunti allo stato ereditario del Principe che gli acquista, come è il Regno di Napoli al Re di Spagna. Sono questi domini, così acquistati, o consueti a vivere sotto un Principe, o usi ad esser liberi; ed acquistansi o con le armi di altri o con le proprie, o per fortuna o per virtù.” – Niccolò Macchiavelli –

    By Manlio Amelio…

Commenta