Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parigi, 29 gen – In Italia sulla questione sembra regnare una sorta di silenzio mediatico, eppure le proteste contro la riforma delle pensioni di Macron continuano ad infiammare la Francia. E, come spesso accade Oltralpe, le manifestazioni esprimono una certa “conflittualità”. Ieri è stato il giorno della rabbia dei vigili del fuoco, impegnata in duri scontri con la polizia. Tra maschere di Joker e bandiere dei pirati, il corteo partito da place del la Republique è stato fin da subito molto “colorito”. Non sono mancati come detto gli incidenti: numerosi video hanno fatto il giro dei social anche in Italia.

Uno in particolare ha raggiunto una certa viralità, testimoniando come non sia assolutamente facile gestire l’ordine pubblico per la polizia quando davanti ti ritrovi gente preparata e determinata. Nelle immagini si vede un piccolo plotone di agenti antisommossa affrontare caricare senza troppa convinzione un gruppo di pompieri. Il risultato è stato una “contro-carica” in stile rugbistico dei vigili del fuoco che ha causato la ritirata delle forze dell’ordine. Gli agenti ne sono venuti parzialmente a capo solo con l’utilizzo massiccio di lacrimogeni.

 

I vigili del fuoco francesi stanno manifestando per chiedere aumenti dell’organico, un migliore equipaggiamento e l’aggiornamento dell’indennità di rischio. Non solo scontri con la polizia. Durante la manifestazione di ieri corteo due pompieri hanno dato fuoco alle loro divise ignifughe come gesto estremo di protesta.

Davide Romano

1 commento

  1. Da giovani “incendiari”, da anziani pompieri sempre “incendiari” se necessita (ben sapendo come spegnere!)!! W i pompieri, sogno di lavoro della mia infanzia…

Commenta