Roma, 10 set – Paolo Gentiloni è il nuovo commissario Ue agli Affari economici e monetari. Ad annunciarlo è stata Ursula von der Leyen, presidente eletta della Commissione europea che ha presentato oggi la lista di tutti i commissari che la affiancheranno a Bruxelles. E’ andata come ampiamente previsto dunque, il Pd è riuscito a piazzare l’uomo di fiducia in Europa.

“Oggi presento una squadra ben equilibrata e che riunisce competenza ed esperienza, voglio una commissione che lavori con determinazione e che offra delle risposte”, ha dichiarato Ursula von der Leyen. “Voglio una commissione che sia flessibile moderna e agile”, ha poi specificato la neo presidente della Commissione europea. “Vorrei ringraziare Juncker per il suo sostegno in queste ultime settimane, molto gentilmente ha messo a disposizione la sua equipe e oggi la sua sala stampa. Lo conosco da quando sono entrata in politica in politica e ho molto imparato da lui ed è un onore succedergli”, ha detto ancora von der Leyen.

Gradimenti e posizione scomoda


La scelta di Gentiloni è particolarmente gradita a Bruxelles, prova ne è ad esempio quanto scritto su Twitter dal predecessore Pierre Moscovici, che ricoprendo lo stesso ruolo ci ha abituato a continue frecciate nei confronti dell’Italia: “Il mio successore designato come commissario europeo agli Affari economici Paolo Gentiloni è un amico ed una scelta eccellente, saprà portare i valori e le idee della famiglia socialdemocratica”. D’altronde, come anticipato stamani su questo giornale, la nuova Commissione europea è spostata a sinistra.

L’ex premier italiano dovrà far rispettare le regole Ue anche e soprattutto all’Italia, di conseguenza avrà una posizione scomoda rispetto al governo di cui fa parte il suo partito. Viceversa l’esecutivo giallofucsia difficilmente forzerà la mano a una sua stessa emanazione in Europa benvoluta dall’Europa.

Eugenio Palazzini

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here