Il Primato Nazionale mensile in edicola

Treviri, 1 dic – Orrore a Treviri, in Germania: un’auto è piombata a velocità vertiginosa nell’area pedonale della città puntando sulla folla che stava passeggiando e facendo shopping. Secondo quanto riportato dalla polizia il bilancio fino ad ora sarebbe di quattro morti e di 15 feriti. La città è sotto choc. 



Auto piombata sulla folla uccide due persone in Germania

Secondo quanto riferito dai testimoni, un’auto che sarebbe piombata sulla folla in una delle principali strade dello shopping della piccola cittadina tedesca, falciando chiunque si trovasse nel suo percorso. Il sindaco della città del Land della Renania-Palatinato, Wolfram Leibe (Spd) ha parlato di un atto volontario: secondo il primo cittadino il 51enne fermato dalla polizia alla guida dell’autoveicolo voleva investire i passanti, ma le notizie dal luogo della strage sono ancora troppo scarse e poco chiare per poter formulare qualunque ipotesi. I testimoni hanno riferito alla stampa locale di «persone volate per aria».

Diverse volanti della polizia hanno isolato e hanno dato il via alle indagini per accertare la dinamica dell’accaduto. Le forze dell’ordine hanno intimato la popolazione di rimanere al chiuso e di evitare per quanto possibile l’area. L’uomo alla guida della vettura sarebbe stato arrestato. Rimane per ora ignota la motivazione alla base del sanguinoso gesto del 51enne. 

Un terribile precedente 

Le prime immagini arrivate dal luogo della tragedia e la modalità di azione dell’uomo catturato dalla polizia hanno subito fatto pensare a quanto accaduto il 19 dicembre 2016, quando l’islamista Anis Amri lanciò un camion in corsa contro un mercatino sulla Breitscheidplatz di Berlino, lasciando sul selciato 12 morti e 56 feriti. Amri era un tunisino a cui il governo tedesco aveva rifiutato la richiesta di asilo. Quattro giorni dopo l’attacco, rivendicato dall’Isis, venne ucciso nel corso una sparatoria con la polizia in Italia, nei pressi di Milano. Le autorità tedesche sapevano della pericolosità di Amri tant’è che il terrorista era stato classificato da diversi agenti come soggetto pericoloso.

Aggiornamento 18:35 –Il bilancio provvisorio è di 4 morti e 15 feriti, ma la polizia tedesca continua a parlare di “diversi morti”. Tra le vittime c’è una bambina, come confermato dal primo cittadino di Treviri, Wolfram Leibe. Il 51enne fermato dalle forze dell’ordine è Bernard W., un tedesco che proveniva da un sobborgo della città ed era armato. Stando poi ad alcune testimonianze raccolte dal sito Focus Online, l’uomo avrebbe problemi di alcolismo e si ubriacava spesso in un locale di kebab.

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta