Monaco, 4 ago – Vi ricordate il fantomatico “Ice Bucket Challenge”? Per chi avesse un vuoto di memoria, così si chiamava l’operazione di sensibilizzazione nei confronti della sclerosi laterale amiotrofica che qualche anno fa raccolse un successo planetario. I video dei “nominati” che si versavano in testa un secchio di acqua ghiacciata per richiamare l’attenzione sulla malattia e aumentare le donazioni, divennero un fenomeno virale che coinvolse politici di primissima linea. Da Barack Obama fino all’allora presidente del consiglio italiano, Matteo Renzi, che nell’agosto 2014 non si sognò minimamente di sottrarsi a cotanta prova di virtù.

Ecco, ma cosa succede quando l’estate è rovente, e l’idea dell’Ice Bucket Challenge incontra anni ed anni di indottrinamento con gessetti colorati, pianoforti, barchette di carta, magliette rosse e chi più ne ha, più ne metta? Succede che Markus Söder, primo ministro della Baviera e membro del Csu, decide di recarsi a Monaco di Baviera per promuovere la digitalizzazione nelle scuole in occasione della manifestazione “Bayern Digital”, e presso la Facoltà di Cinema e Televisione (una sorta di equivalente del nostro Dams) si trova improvvisamente davanti l’ennesima protesta contro le posizioni politiche adottate nei confronti dell’immigrazione dal suo partito, e considerate inumane dai giovani studenti universitari.

Il quotidiano bavarese Münchner Merkur, nella sua edizione online, descrive la scena – tanto surreale quanto esilarante – di una trentina tra ragazzi e ragazze che si rovesciano sul capo una bottiglietta d’acqua ciascuno, alcuni con indosso i tipici giubbotti di salvataggio o le coperte d’emergenza in uso nel soccorso marittimo, per poi sdraiarsi a terra fingendosi morti, alcuni per un tempo esageratamente lungo. Il fine è quello di richiamare l’attenzione sul fenomeno dell’immigrazione e sul dramma dei profughi annegati nel Mar Mediterraneo nel tentativo di raggiungere (illegalmente) le coste del vecchio continente.

Nel successivo comunicato stampa rilasciato dagli studenti dell’ateneo, si legge la denuncia verso i «sempre più numerosi casi di navi di soccorso civile alle quali viene vietato l’accesso ai porti in Europa», ma a quel punto una malcelata delusione tra i giovani ribelli già serpeggiava, in ragione del fatto che al contrario di quanto si sperava non si è assistito ad alcuna scena di panico da parte di Söder. Prontamente avvertito da una delle proprie guardie del corpo, il politico è passato da una porta laterale e così non si è trovato a dover “camminare sui simbolici cadaveri” come si attendevano i manifestanti.

Un altro esempio di come le forme di espressione del dissenso dei giovani progressisti somiglino sempre più all’incontro tra un pessimo spettacolo di cabaret e una patetica performance artistica da parte di chi, di “artistico”, può vantare solo uno scarno percorso scolastico.

Alice Battaglia

Commenti

commenti

5 Commenti

  1. ahahahahhahahhaaha !!!!!
    teribbile ! con una bottiglietta d’acqua da mezzo per non bagnarsi troppo !

    per la serie “video prank” non perdetevi poi la “testimonianza” ripresa da la “repubblica delle banane” di tal BUBBA a cui avrebbero sparato per la strumentale propaganda immigrazionista di Don Biancalani;

    quello di uno che sta già correndo a cui sparano, ed anzichè continuare a correre via incomincia ad inseguire i “killer” armati alle sue spalle e inoltre ad individuare un piccolo bossolo da scacciacani nel buio della notte è assolutamente da non perdere !

    suggerirei peraltro al mitico Primato Nazionale una sezione video-comici ove inserire le clip più divertenti e perchè no,una sottosezione con i video bagnati (con una bottiglietta da mezzo…)

  2. Povera Baviera , terra laboriosa e feconda , un tempo anche onorata e degna , queste merde cumunistoidi parassite ed ignobili pensano di essere i salvatori di un presunto mondo marziano in cui gli africani tribali, islamici e spesso analfabeti, giungono in Europa a portare pace e sapienza………ci uccideranno tutti,sono bestie indegne ed incapaci di vivere in una società civile, vivono di furti e spaccio ed impoveriscono lo stato sociale ed il welfare di ogni nazione……… auguroni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here