Il Primato Nazionale mensile in edicola

Avignone, 13 dic – Un esponente dei gilet gialli è stato investito e ucciso questa notte da un camion. Il fatto è successo ad Avignone. L’autista del mezzo, che da quanto è trapelato dovrebbe essere un conducente polacco, è stato posto in stato di fermo. Da quanto si è appreso dal vice procuratore di Avignone, Caroline Armand la vittima aveva 23 anni.
L’incidente è avvenuto poco dopo la mezzanotte a una rotonde nei pressi dell’uscita Avignon Sud dell’autostrada. Il giovane è morto a causa delle ferite riportate nell’investimento. Il corpo è stato trasferito all’ospedale di Nîmes per l’autopsia. Quello di questa notte è il sesto morto tra i gilet gialli dal 17 novembre scorso.
Sui social network, un altro degli aderenti al movimento di protesta ha comunicato che la moglie del giovane ucciso dal camion aveva partorito tre giorni fa, e che l’uomo aveva deciso di continuare nei presidi dei gilet gialli, invece che stare insieme a suo figlio, per il futuro del suo bambino.
Il primo morto tra i gilet gialli si è registrato il 17 novembre scorso, quando un manifestante è stato ucciso a Pont-de-Beauvoisin (Savoia) dopo essere stato colpito da un automobilista in preda al panico di fronte a un blocco stradale messo in atto dai gilet gialli. Due giorni dopo, un motociclista di 37 anni è stato colpito da un camioncino che stava manovrando per evitare un altro presidio. Nel secondo fine settimana di mobilitazione, nella notte tra l’1 e il 2 dicembre, un automobilista è morto in un tamponamento provocato da un blocco stradale dei gilet gialli su una strada provinciale nei pressi di Arles, nella regione delle Bocche del Rodano. La quarta vittima è una donna di 80 anni ferita da una granata di gas lacrimogeno a Marsiglia il 1 ° dicembre: è morta il giorno dopo in ospedale durante un’operazione chirurgica. Il 10 dicembre, una ventenne è stata uccisa a Chasseneuil-sur-Bonnieure (Charente) dopo essere stata coinvolta in un incidente con un camion sempre a un presidio dei gilet gialli.
Anna Pedri
 



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta