Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 20 mag – Tinder e altre app di dating potrebbero essere utilizzate per incoraggiare l’utilizzo del vaccino Covid tra le giovani generazioni: chi lo fa potrà ottenere maggiori “punti” sull’app e una spunta blu.



Tinder e la pubblicità e al vaccino

Fonti del governo in Gran Bretagna confermano questa idea “geniale” che spera di incoraggiare la campagna di vaccinazione. In questo modo, anche i più giovani di 30 anni si sentiranno più propensi a fare il vaccino nelle prossime due settimane.

I giovani più scettici

Circa il 95% degli ultrasessantenni in Gran Bretagna si è già fatto avanti. Ma il ministero della Salute britannico teme che i giovani adulti – che corrono un rischio molto inferiore di ammalarsi gravemente a causa di Covid – saranno più titubanti. Nel tentativo di incoraggiare i giovani adulti a farsi vaccinare, i funzionari stanno prendendo in considerazione l’utilizzo di app di appuntamenti come Tinder.

In cerca di amore “sicuro”

“Spunte blu” o banner per mostrare al proprio pubblico “in cerca di amore” che sono stati vaccinati: questi i bonus concessi a chi usa Tinder e si vaccina. Il governo britannico sta anche valutando la possibilità di pubblicare annunci per promuovere il vaccino e i suoi benefici su queste app.

Ma per ora Tinder non commenta

Una fonte del governo ha dichiarato al Telegraph: “Man mano che arriveremo ai giovani, Tinder e tutte quelle app verranno contattate per pubblicizare l’importanza di farsi vaccinare. Potrebbe anche dare a più persone lo slancio per incontrarsi e trovare l’amore”. Tinder, Hinge e Bumble hanno rifiutato di commentare se i piani per introdurre le funzionalità fossero già in discussione.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Tinder lo considero uno dei mali dell’esistenza umana. Tanti problemi sociali, nei rapporti tra persone, di oggi.. sono “amplificati” dall’utilizzo estremo di app-social e altro.
    Secondo voi, in passato, una persona avrebbe avuto bisogno di chiudersi di fronte una scatoletta(pc o cellulare) per “cercare” una sua amata? Le persone sarebbero state valutate tramite foto come accade ora? come delle bestie in un mercato? dove viene spiattellata “al mondo” addirittura un dettaglio tanto personale come le vaccinazioni?(stando questa “geniale” idea). magari il lavoro.. quanto guadagno e tutto il resto..(con ricerche incrociate).
    No. Tutti facevano la “propria” vita e si ci conosceva nei momenti più impensabili. Oggi il “grande fratello” voluto da Gates(prima Microsoft & company), poi i diversi social network hanno ucciso la privacy delle persone.. Esisteva un esperimento scientifico nel quale delle persone venivano “pagate” per essere private della loro privacy all’inizio, mettendo la “loro vita” agli occhi di controllori che giudicavano.. Chi si offriva volontario veniva considerato una “cavia da laboratorio”. Oggi, in questo esperimento, le persone ci si stanno buttando gratuitamente, mettendo tutta la loro vita privata online, privandosi della capacità(o voglia) di parlare con un vicino sul treno(ai tempi dei nostri nonni facevano grandi chiacchierate alle fermate degli autobus per esempio..fra estranei.. senza app) in un mondo talmente distopico che ogni previsione di Orwell sarebbe stata considerata “da pivelli” in confronto. Ebbene: questa ultima trovata per me è perfettamente “in linea” con quel tipo di mondo..
    Se ci partecipate, non lamentatevi se un giorno non vi affitteranno la casa, perchè hanno fatto una ricerchina online e non avete fatto l’ultimo rinnovo del vaccino oppure avete messo un like al partito a loro antipatico… A forza di distruggere la privacy questo succede. P.s: è il mio parere. Ho ovviamente estremizzato alcuni concetti per renderli più evidenti.

Commenta