Siviglia, 3 dic – Per la prima volta nella storia del dopo-Franco i sovranisti del partito Vox hanno eletto 12 deputati nel Parlamento dell’Andalusia. Vox è riuscito a raggiungere l’obiettivo che si era prefissato in campagna elettorale, quasi l’11%, smentendo i sondaggi della viglia secondo i quali non si sarebbe riusciti ad andare oltre i cinque seggi nella migliore delle ipotesi.

Quello ottenuto dall’estrema destra di Vox è il migliore risultato di sempre. Inoltre grazie a Vox, la sinistra, che ha sempre visto nell’Andalusia, la regione autonoma più popolata del paese, un suo bastione, ha perso ben 14 seggi. Grandissima l’affermazione di Vox nella provincia di Almeria, dove ha ottenuto il 16,87% dei consensi. Il leader del partito, Santiago Abascal, ha salutato così la vittoria: “Qualcuno rideva di noi, ma non abbiamo mai gettato la spugna”. Su twitter ha affermato: “Vox conquista le chiavi dell’Andalusia per espellere il socialismo corrotto e spaventare il comunismo Chavista”.

Cocente la sconfitta per il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez, che ha portato il partito socialista ai minimi storici. Pur avendo vinto, ottenendo 33 seggi e il 28% dei consensi, il Psoe ha infatti visto una sensibile riduzione della sua rappresentanza parlamentare. Le elezioni in Andalusia erano il primo banco di prova da quando il leader socialista ha assunto la guida del governo. I risultati hanno parlato chiaro e sono lo specchio di quanto avviene a livello più generale nella politica spagnola, dove Sanchez ormai da sei mesi governa senza avere una vera maggioranza in Parlamento. E infatti dopo che l’esito elettorale è stato reso noto, i popolari hanno chiesto il voto anticipato in tutta la Spagna.

Nelle elezioni che ieri si sono svolte in Andalusia, oltre all’affermazione di Vox e alla batosta per il Psoe, il Partito Popolare si è fermato al 20,8%, mentre Ciudadanos è cresciuto conquistando il 18,2 Adelante Andalucía, la coalizione nata proprio quest’anno tra Podemos, Izquierda Unida e altri partiti regionali si è assestata sul 16,2%.

A questo punto rimane da vedere come Vox entrerà nei giochi di potere. È assai probabile che entri a far parte di una maggioranza insieme a Partito Popolare e Ciudadanos, che insieme hanno 59 seggi dei 109 che compongono i Parlamento andaluso. 36 anni dopo la morte di Francisco Franco, quindi, la destra spagnola torna a dire la sua nelle istituzioni.

Anna Pedri

 

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here