Il Primato Nazionale mensile in edicola

Il Cairo, 19 apr  – Un gruppo terroristico egiziano legato all‘Isis ha giustiziato tre uomini tra cui un cristiano copto come monito per aver sostenuto le forze armate del Paese. Nabil Habashi Salama, 62 anni, un membro della minoranza della Chiesa copta ortodossa egiziana, è stato mostrato mentre veniva colpito alla nuca in un video pubblicato sabato.



Isis, esecuzione di un cristiano copto

Nel filmato, un militante Isis con la faccia sfocata, un AK-47 appeso al petto e l’indice alzato al cielo, avverte i “cristiani d’Egitto” che “questo è il prezzo da pagare per chi sostiene l’esercito egiziano”. Quindi solleva il fucile e spara un singolo proiettile nella parte posteriore della testa di Salama, mentre è affiancato da altri due che stanno impugnando anche i fucili.

Uccisi anche altri due membri di una tribù

Un filmato separato mostra quindi altri due militanti dell’Isis che giustiziano due membri della tribù in modo simile, dopo averli accusati di aver combattuto con le forze armate egiziane. Salama era scomparso dallo scorso novembre, ha detto la Chiesa copta, quando era stato rapito mentre camminava per le strade di Bir al-Abed dai jihadisti in macchina.

“Ha mantenuto la fede fino all’ultimo”

Un portavoce della Chiesa copta, che ha confermato l’identità di Salama dal video, ha detto di essere stato coinvolto nella ricostruzione delle chiese distrutte dagli islamisti nella regione. Ha mantenuto la fede fino al momento in cui è stato ucciso “, ha detto il portavoce. “La chiesa afferma il suo fermo sostegno agli sforzi dello Stato egiziano per reprimere atti terroristici odiosi”.

L’Egitto e l’Isis

L’Egitto combatte un’insurrezione dell’Isis nel Sinai settentrionale almeno dal 2011, inclusi gruppi tribali locali, Al Qaeda e Wilayat Sinai, un gruppo militante preesistente che ha giurato fedeltà all’ISIS nel 2014. Originariamente fondato come Ansar Beit Al-Maqdis secondo il servizio di monitoraggio del terrore dell’Università di Stanford, l’obiettivo iniziale del gruppo era quello di liberare la vicina Gerusalemme dall’influenza occidentale e sradicare qualsiasi presenza israeliana in Egitto.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta