Berlino, 30 giu – Il parlamento di Berlino, il Bundestag tedesco, ha approvato i matrimoni gay. Una proposta portata avanti dai socialdemocratici, mentre la cancelliera Angela Merkel, che in passato aveva mantenuto un atteggiamento contrario, questa volta ha lasciato briglia sciolta e libertà di coscienza sul voto. La legge è stata approvata con 393 voti a favore e 226 contrari, tra cui figura quello di Angela Merkel che da tempo aveva annunciato il suo no. Tra le preoccupazioni della Cancelliera in realtà, figurava l’opportunità di approvare la legge sui matrimoni gay a soli tre mesi dalle elezioni federali.

Pur avendo più volte affermato che per lei il matrimonio è “tra un uomo e una donna”, la Merkel si è convinta a lasciare libertà di coscienza, dopo aver visto i sondaggi dove anche tra gli elettori del suo partito, in molti si dicevano a favore dei matrimoni tra persone dello stesso sesso. In Germania già dal 2001 coppie di gay e lesbiche potevano unirsi attraverso l’unione civile, ma con questa nuova legge in cui si stabilisce che “il matrimonio è stabilito a vita tra persone di sesso diverso o dello stesso sesso”, si apre a nuovi “diritti”, tra cui a quello all’adozione dei figli. 

A favore della legge hanno votato i rappresentanti dei tre partiti di sinistra rappresentanti al Bundestag, ovvero i socialdemocratici, i verdi e l’estrema sinistra, mentre solo una parte dei conservatori che appoggiano la Merkel ha votato a favore. La legge era già stata approvata dal Bundesrat, la camera alta tedesca, dovrebbe entrare in vigore entro la fine dell’anno. La Merkel pur esprimendosi contro, si è detta comunque favorevole all’adozione per le coppie gay.

Davide Romano

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here