Il Primato Nazionale mensile in edicola

Homs, 22 lug – Non ci hanno messo molto a “vendicarsi” i russi.  In questo video esclusivo del Primato Nazionale si può chiaramente vedere un bombardiere dell’aviazione russa che distrugge alcune postazioni dello stato islamico nella provincia siriana di Homs. A noi piace pensare che sia la vendetta per l’atroce decapitazione del bambino palestinese perpetrata dal gruppo terroristico Nour al-Din al-Zenki e per la quale gli jihadisti hanno addirittura avuto il barbaro coraggio di “scusarsi” con l’intento di far passare il gesto come un “errore individuale”.

Alberto Palladino

6 Commenti

  1. un giornalista appena decente saprebbe che non è stato ISIS a decapitare il ragazzo ma una fazione del FSA in Aleppo …cmq dubito che la RuAF agisca in modo così emotivo e poco ponderato …sicuramente hanno target già predefiniti da colpire

    • E che differenza fà? a parte che il nome ISIS l’ ha inventato Rita katz SITE.com (CIA) si chiama Daesh.
      La free syria army è opera della Cia, gente che estrae il fegato di un soldato SAA e se lo mangia crudo. Moderatamente però.
      Luca

  2. ma stiamo ancora qui a discutere sulle sigle dietro le quali si nasconodono queste aberrazioni dell’essere umano? Ma fino a che punto si spingerà il falso buonismo che impregna l’occidentale pseudo evoluto… tutta questa razza maledetta va lasciata al suo destino e messa in cndizione di non nuocere al resto del mondo, si godano il loro islam nei loro paesi dove stanno tutto il giorno a fare niente e fumare la pipa levando odi ad Allah basta che stiano fuoei dlle palle e se rompono i coglioni e voglio sta cazzo di guerra facciamola ma almeno spariamo anche e bombardiamo … non se ne puo piu, sgozzano un bambinon e prima lo prendono anche per il culo , bruciano vivi uomini e donne, …. e noi discutiamo sulle sigle… ma basta!!!!

Commenta