Il Primato Nazionale mensile in edicola

Canberra, 8 mag – Il primo ministro australiano Scott Morrison ha annunciato un piano in tre fasi per far ripartire l’economia dell’Australia entro luglio, mentre il governo inizia a diminuire le misure di distanziamento sociale intese a fermare la diffusione del coronavirus.



Australia, restrizioni da fine marzo

L’Australia ha vietato incontri pubblici e viaggi non essenziali come parte di una serie di restrizioni già da fine marzo. Da allora, l’epidemia è ora ampiamente considerata sotto controllo. Giovedì, ci sono state solo 19 nuove infezioni, secondo la Johns Hopkins University, il che porta il numero totale di casi segnalati nel paese a 6.913, con 97 decessi.

Morrison: “Economia deve rimettersi in piedi”

Parlando venerdì in una conferenza stampa, Morrison ha detto che è tempo di riaprire il paese: “Il prossimo passo oltre sarà quello di ricostruire la fiducia e ridare slancio al morale degli australiani, in modo tale che la nostra economia si rimetta in piedi”, ha dichiarato il primo ministro. Secondo Morrison, l’allentarsi delle restrizioni sarà effettuato in tre fasi.

Le 3 fasi per l’Australia

La prima fase consentirà maggiori connessioni tra amici e familiari, consentendo a più persone di riunirsi a casa e visitarsi a vicenda. Morrison ha affermato che gli alunni saranno probabilmente in grado di tornare a scuola, mentre i ristoranti, i negozi al dettaglio e i caffè potranno riaprire. Ai funerali si potrà partecipare in un numero non superiore a trenta persone mentre solo dieci potranno partecipare ai matrimoni. Nella seconda fase, saranno consentiti incontri con un massimo di 20 persone in luoghi come cinema e musei, mentre gli eventi sportivi organizzati e i saloni di bellezza potranno riaprire. Infine, nella terza fase, saranno consentite riunioni fino a 100 persone e sarà consentito riprendere il viaggio da una provincia all’altra.

Tutto riaperto entro luglio

Morrison ha affermato che non ci sarà un calendario preciso per le misure, i vari stati e territori saranno autorizzati a metterle in atto secondo i propri ritmi, ma l’obiettivo nazionale è quello di accelerare tutte le fasi per raggiungerne una finale detta “Covid Safe Economy” entro luglio di quest’anno. Morrison ha dichiarato venerdì che il periodo sotto “restrizioni” per l’Australia ha arrecato gravissimi danni all’economia. Più di un milione di australiani hanno presentato domanda di indennità di disoccupazione da quando sono iniziate le misure, mentre altri cinque milioni stanno usufruendo degli aiuti del governo per evitare di perdere il lavoro. Un altro milione sta invece attingendo dai propri risparmi per la pensione per rimanere a galla, secondo Morrison. “In questo momento  tantissimi australiani stanno soffrendo. Le loro vite sono state stravolte dalla separazione dolorosa dai loro cari e a causa del totale annullamento di mezzi di sostentamento che hanno costruito per una vita”, ha detto ancora Morrison.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Tra l’altro sono un continente e per ora hanno avuto meno di 7000 infetti e meno di 100 morti, roba da paese lombardo. Ma che cazzo si lamentano.

Commenta