Roma, 5 gen – A cosa pensa Emmanuel Macron quando non espone la bandiera Ue sotto l’Arco di Trionfo? A mirabolanti piani per far infuriare “i non vaccinati” contro il Covid. “Voglio davvero farli arrabbiare. E così continueremo a farlo, fino alla fine. Questa è la strategia“, dice il presidente francese, intervistato da Le Parisien. Mai vista una strategia così geniale, altro che Napoleone.

Così Macron si scaglia contro i non vaccinati

“In democrazia il nemico peggiore sono la menzogna e la stupidità”, tuona il presidente transalpino. “Sui non vaccinati facciamo pressione limitando loro, per quanto possibile, l’accesso alle attività della vita sociale. D’altra parte, la quasi totalità delle persone, oltre il 90%, ha aderito” alla campagna vaccinale. Quindi “è una piccolissima minoranza che è refrattaria. Non li metteremo in prigione, non li vaccineremo con la forza. E quindi bisogna dirgli: dal 15 gennaio non potrete più andare al ristorante, a prendere un caffè, a teatro, al cinema”, dice ancora Macron.

L’ammissione del presidente francese

Alle prese con la campagna elettorale per le presidenziali e l’impressionante aumento dei contagi (quasi 300mila soltanto nelle ultime 24 ore), Macron ammette così che le nuove misure adottate in Francia più che a contenere la diffusione del virus sono una punizione per chi rifiuta il vaccino. A suo avviso “una persona irresponsabile non è più un cittadino”. E allora dagli al fantomatico untore. “Se domani dico ‘tutti gli adulti devono essere vaccinati’, come lo controlli e qual è la sanzione? Questo è il vero argomento. Obbligherò le persone a farsi vaccinare? Le imprigiono e poi li vaccino?”, si chiede Macron in preda a riflessioni strampalate.

Più che altro difficilmente l’Eliseo riuscirà a convincere con questi metodi (e queste sparate) i cittadini che sinora hanno scelto di non vaccinarsi. L’unica certezza è che il governo francese sta imponendo restrizioni molto simili a quelle adottate dal governo italiano. Emerge insomma un tandem Draghi-Macron che al momento non sembra affatto dare buoni risultati. Garantisce al massimo confusione e diffidenza generalizzate.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta