Il Primato Nazionale mensile in edicola

Marsiglia, 5 ott – Azione dal forte impatto visivo e mediatico da parte degli identitari francesi che a Marsiglia hanno occupato la sede dell’Ong Sos Méditerranée. I militanti di Generation Identitaire sono entrati nella struttura e hanno fatto calare dalle finestre uno striscione con una scritta decisamente significativa: “Sos Méditerranée complice du trafic d’êtres humains”. Come specificato nel comunicato del gruppo francese che ha compiuto l’occupazione, si è trattato di un’azione non violenta ma volta a denunciare la complicità di questa Ong con gli scafisti, attraverso operazioni volte  a favorire l’immigrazione clandestina in Europa.
Gli identitari hanno definito la nave Aquarius, della Ong in questione, un vero e proprio “taxi d’acqua”, un anello nella grande catena di tutti coloro che approfittano dell’immigrazione di massa, dalle mafie libiche alle associazioni che si arricchiscono con questo business. La nave Aquarius, attualmente nel porto di Marsiglia, non dispone di alcuna bandiera nazionale ed è accusata dagli identitari francesi di non rispettare le “procedure legali internazionali”.
“Come la nave “Luventa” della Ong “Jugend Rettet”, sequestrata dalla giustizia italiana nel mese di agosto 2017, chiediamo il sequestro dell’Acquario e lo stop a tutte le forme di sovvenzioni a queste associazioni che promuovono l’immigrazione di massa”, si legge nel comunicato di Generation Identitaire. Intanto la Ong Sos Méditerranée ha denunciato via Twitter l’azione degli identitari francesi, parlando di assalto alla propria sede e affermando che “il personale è sano e salvo ma sotto shock”.
Eugenio Palazzini

3 Commenti

Commenta