Il Primato Nazionale mensile in edicola

Ginevra, 7 lug – “Mascherina e distanza anche se vaccinati”: per l’Oms Europa è fine emergenza mai. “I vaccini ci avvicinano gli uni agli altri e ci aiutano a porre fine alla pandemia di Covid-19”, scrive su Twitter. Tuttavia, “anche se sei vaccinato puoi comunque essere infettato e trasmettere il virus” Sars-CoV-2. Per questo “mantieni la distanza di sicurezza, indossa la mascherina e cura l’igiene delle mani”. Per l’Organizzazione mondiale della sanità-regione europea l‘allarme stavolta è per la variante Delta.



Oms Europa: “Mascherina e distanza anche se vaccinati”

L’Oms Europa che ribadisce che le misure di sicurezza vanno mantenute anche se vaccinati non ha dubbi sul futuro della pandemia. “Si prevede che il 90% delle nuove infezioni da Sars-CoV-2 sarà dovuto a Delta entro la fine di agosto“. E’ la previsione contenuta nel report settimanale sull’andamento di Covid-19. “Secondo i dati sottoposti alla banca dati internazionale Gisaid – ricorda l’Oms – il numero riproduttivo effettivo stimato per la variante Delta è del 55% superiore rispetto alla variante Alpha, e del 97% maggiore rispetto a mutanti non Voc/Voi”, ossia che non rappresentano né varianti ‘di preoccupazione’ né varianti ‘di interesse'”. “Delta supererà rapidamente le altre varianti e diventerà dominante nei prossimi mesi”, è il verdetto.

Black Brain

Ora l’Oms lancia l’allarme variante Delta

Un nemico da non sottovalutare, ammonisce l’Oms, considerando che “i primi dati dalla Scozia, relativi a persone risultate Covid-positive dal primo aprile al 21 giugno scorsi, hanno mostrato un aumento del rischio di ospedalizzazione tra gli infettati dalla variante Delta, rispetto a quelli contagiati dalla variante Alpha“. Dati di cui avrà sicuramente tenuto conto anche il premier britannico Boris Johnson, che però riapre tutto a partire dal 19 luglio. “A livello globale, casi di variante Delta” di Sars-CoV-2 “sono stati segnalati 7 nuovi casi in 104 Paesi in 7 giorni. Casi di variante Alpha invece sono stati registrati in 173 Paesi (uno in più rispetto alla settimana precedente), si legge nel rapporto. La variante Beta risulta invece presente in 122 Paesi (3 nuovi) e la Gamma in 74 (2 nuovi), fa presente l’Oms.

I numeri del bollettino settimanale

Più in generale, il bollettino riporta un aumento delle infezioni in tutte le regioni, tranne che in America. L’Europa ha registrato una crescita significativa del 30% nel numero dei contagi e del 6% nel numero dei decessi. Dal canto suo, anche il Medio Oriente ha registrato aumenti, dell’11% nel numero di contagi. Il continente africano, attualmente uno dei più colpiti per la mancanza di vaccini, ha registrato un aumento del 23% dei decessi. Nonché il 15% in più di contagi rispetto alla settimana precedente. Per Paese, il numero più alto di nuove infezioni nell’ultima settimana è stato in Brasile, seguito da India, Colombia, Indonesia e Regno Unito.

Ludovica Colli

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta