Lavvocato-Manuela-Traldi-presidente-dellItazercomRoma, 19 gen – Rapporti sempre più stretti quelli tra l’Italia e l’Azerbaigian. L'”Itazercom” (Istituto per il Commercio Italo-Azerbaigiano) ha ricevuto ufficiale comunicazione dal Ministero dello Sviluppo Economico italiano del parere favorevole all’iscrizione dell’Istituto stesso all’Albo delle Camere di commercio italo-estere o estere in Italia, con la denominazione di “Camera di Commercio Italo Azerbaigiana“.

Un riconoscimento che conclude un iter complesso previsto dalla legge e volto all’accertamento dell’esistenza dei requisiti richiesti ed alla valutazione da parte del MISE delle attività svolte dalla Camera. Tra le motivazioni espresse dalla Conferenza dei Servizi preposta figurano l’adeguata struttura organizzativa ed operativa, risorse di bilancio congrue, intense attività che, dall’anno di costituzione, nel 2012, hanno visto accrescere le relazioni dell’Istituto sia in Italia che in Azerbaigian ed offrire un contributo importante e sempre maggiore allo sviluppo dei rapporti economici tra i due Stati. 

L’Azerbaigian è una nazione in forte crescita, culturale ed economica, ed i rapporti con il nostro paese sono sempre più importanti. L’Italia è infatti il primo partner commerciale dell’Azerbaigian, con un volume di scambio bilaterale di 7 miliardi di euro, legato in buona parte alle forniture di greggio. Con la realizzazione del Trans Adriatc Pipeline lo stato caucasico diventerà anche uno dei principali fornitori di gas per l’Italia. Il volume degli investimenti nell’economia azera da parte delle imprese italiane ha superato i 490 milioni di dollari. 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here