Amman, 30 mar. – I leader della Lega Araba si sono riuniti ieri in Giordania, sul Mar Morto, per un summit relativo ai problemi che attanagliano il Medio Oriente e il Nordafrica. Presenti il Segretario Generale dell’Onu Guterres e l’Alta rappresentante per la politica estera e la sicurezza dell’Ue Federica Mogherini , oltre a 17 capi di Stato e sovrani dei Paesi membri dell’organizzazione. Si è trattato del 28esimo summit della Lega Araba, il primo da quando è cambiato l’inquilino della Casa Bianca. Al centro dei discorsi le modalità da seguire per superare le crisi in corso nell’area: la guerra in Siria che si trascina dal 2011, la guerra in Yemen, la lotta al fondamentalismo islamico e, in particolare, allo Stato Islamico. E poi si è parlato anche di Israele e dell’atavica questione palestinese.

Il documento finale del vertice, infatti, è tutto incentrato sulla normalizzazione dei rapporti da parte di tutti Paesi arabi in cambio della soluzione al conflitto israelo-palestinese. Una soluzione che preveda la creazione di due Stati e la cessione da parte israeliana di tutti i territori occupati nella guerra del 1967. Più o meno è quello che era già stato presentato a Israele nel piano di pace arabo del 2002, che prevede Gerusalemme Est capitale dello Stato palestinese.

In aggiunta si legge solo la richiesta ai vari governi di non spostare le rappresentanze diplomatiche in Israele. Chiaro, dunque, il riferimento all’intenzione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme. Che scatenerebbe le ire del mondo arabo. Anche perché Gerusalemme per il diritto internazionale non è la capitale di Israele, checchè ne dicano gli israeliani.

Torna quindi sul tavolo la questione dei due stati per risolvere il conflitto israelo-palestinese. E il padrone di casa del summit, re Abdallah di Giordania, che ha giurisdizione sulla Spianata delle moschee a Gerusalemme, ha sottolineato che senza la costituzione di uno Stato palestinese non ci potrà essere pace e stabilità nella regione.

Commenta