Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 29 giu – In Norvegia è guerra al fotoritocco: troppe foto lontane anni luce dai corpi originali sui social e sui manifesti, complici anche le attività degli influencer, stanno plagiando l’idea di sé di molti giovani che arrivano a diventare una vera e propria malattia mentale.



Norvegia, multe al fotoritocco

La Norvegia decide quindi di mettere un freno al fotoritocco con una nuova legge varata nei giorni scorsi dal parlamento. Si rischiano dunque multe salate le foto ritoccate per scopi pubblcitari non saranno esplicitamente rappresentate come tali ovvero se non vengono accompagnate da un avviso in merito. E non ci sarà distinzione tra le foto che vengono da un’agenzia o da un influencer che vende i prodotti online. Non ci sarà nemmeno distinzione tra foto effettuate da professionisti o “homemade” (fatte coi filtri di Instagram).

Le sanzioni e i giovani “disurbati”

Il fotoritocco oggetto di sanzioni in Norvegia, ovviamente, riguarderà la rappresentazione di persone e non di oggetti o paesaggi. Le foto pubblicitarie con i modelli potranno essere rese più luminose o più nitide, se ci sarà qualcosa a modificare i connotati del modello dovranno recare un avvertimento. Il Ministero della Famiglia norvegese propone una sorta di bollino con la parola: “Ritoccato”. “Abbiamo deciso che questo tipo di pubblicità dovrà essere etichettata in futuro perché le foto ritoccate producono un’immagine del corpo distorta. Vogliamo che i bambini e i giovani si accettino l’un l’altro per quello che sono” spiegano dallo stesso ministero. Le nuove norme entreranno in vigore  nell’estate del 2022.

Ilaria Paoletti



La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Trovo più sexy la prima foto.
    Non mi attira la donna col vitino da vespa o l’addome ultrapiatto(non è un televisore!).Sono i media che impongono modelli di bellezza eterea facendo leva sulla vanità insita nell’animo umano.

  2. concordo….
    ci stanno trasformando tutti in dismorfofobici:
    con una educazione strisciante su ogni media,
    a dei canoni estetici che NON esistono nella realtà…
    o che se esistono sono solo per uno o una su diecimila,
    e per un brevissimo periodo di tempo,nella sua vita.

Commenta