Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 mar – Non chiamatela austerità nordica. Il primo ministro della Norvegia, Erna Solberg, è finita sotto inchiesta. L’accusa suona quasi grottesca: ha violato le norme anti Covid imposte dal suo stesso governo. L’indagine nei confronti del premier norvegese è stata avviata dopo che l’emittente pubblica Nrk ha rivelato che Solberg ha organizzato una festa per il suo sessantesimo compleanno. Niente più che un piccolo party in famiglia alla fine di febbraio, ma violando le regole sanitarie vigenti e le raccomandazioni di limitare gli assembramenti.



Norvegia, le scuse del premier

Inutile dire che nel Paese scandinavo le reazioni alla notizia non sono state propriamente blande. In parole povere una ridda di polemiche ha travolto il premier. Così, di fronte alle proteste, Solberg è stata costretta ad ammettere su Facebook di aver violato le restrizioni. Un lungo post in cui si cosparge il capo di cenere: “Mi scuso per aver infranto le regole anti-Covid. Non sarebbe mai dovuto accadere. Avremmo dovuto rispettare tutte le raccomandazioni come vi ho sempre chiesto di fare”. Eh già, proprio lei che esortava i cittadini a rispettare la legge, adesso che l’ha violata comprende l’indignazione generale.

Black Brain

“Penso in particolare a tutti coloro che hanno dovuto cancellare appuntamenti che non vedevano l’ora di vivere, un compleanno con i compagni di classe o una festa con gli amici. Ho fatto un errore e voglio scusarmi per questo“, scrive il primo ministro. Ma stando sempre a quanto riportato da Nrk, Solberg sarebbe rea di una doppia violazione. Il primo “inciampo” il 25 febbraio, quando 13 membri della sua famiglia hanno cenato in un ristorante. Secondo la normativa norvegese non più di 10 persone possono partecipare a un evento privato in uno spazio pubblico. In quel caso pare però che il primo ministro non fosse presente, perché in ospedale per una visita agli occhi.

Una buona gestione della pandemia

Poi però, il giorno successivo, il primo ministro insieme ad altre 13 persone del suo entourage hanno deciso di cenare in un appartamento. Ora, Solberg si dice pronta a pagare qualsiasi multa le verrà imposta per aver violato le restrizioni. E dire che la stessa Solberg, leader del partito conservatore e primo ministro dal 2013, aveva ottenuto molti apprezzamenti proprio per la gestione della pandemia in Norvegia. La nazione scandinava, con 5,4 milioni di abitanti, ha sinora registrato in totale circa 85mila casi e 684 morti di Covid stando ai dati della John Hopkins University.

Eugenio Palazzini

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Oramai siamo in una società distopica dove nessuno puo’ incontrarsi nemmeno per festeggiare con i famigliari.E’ la realtà delle demoplutocrazie

Commenta