Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 feb – La Nuova Zelanda non ne può più dei turisti social che mettono su Instagram foto tutte uguali degli splendidi paesaggi. Da qui l’idea di una nuova campagna turistica, che esorta i viaggiatori a smettere di imitare le foto che funzionano online per “condividere qualcosa di nuovo”.



Nuova Zelanda contro i turisti social

La nuova campagna contro i turisti social della Nuova Zelanda è stata fatta attraverso un video di due minuti che ha per protagonista il comico Tom Sainsbury che interpreta un membro della Social Observation Squad (SOS). Il funzionario segue i turisti in alcuni dei paesaggi più famosi del Paese e li esorta a smettere di viaggiare “sotto l’influenza dei social”. “Sono stato messo al corrente di una situazione che si verifica spesso negli ultimi tempi”, dice il comico all’inizio della campagna. “Le persone vedono certe foto sui social media e fanno di tutto per copiarle”. “Sapete di cosa parlo,” aggiunge, snocciolando un elenco di post cliché sui social media. “Foto da dietro nella vasca idromassaggio. La foto di un uomo che contempla il paesaggio seduto sulle rocce. Foto alle gambe sulla spiaggia, che sembrano hot dog …“.

La situazione dei turisti

Il video fa parte della lunga campagna anti-social intitolata Do Something New dell’ente turistico della Nuova Zelanda. Le puntate precedenti includevano una canzone delle celebrità locali Madeleine Sami e Jackie van Beek. La campagna arriva in un momento difficile per i turisti, visto che la maggior parte dei viaggiatori internazionali non possono entrare nel Paese. Il primo ministro Jacinda Ardern ha dichiarato martedì che i confini della Nuova Zelanda rimarranno chiusi per la maggior parte dell’anno, ma che il Paese perseguirà accordi di viaggio con la vicina Australia e altre nazioni del Pacifico.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta