Il Primato Nazionale mensile in edicola

Strasburgo, 23 feb – Il rigido clima alsaziano non ha fermato i militanti del Bastion Social – gruppo politico francese gemello di Casapound Italia – che la mattina del giorno di San Valentino hanno occupato due edifici storici, in stato di abbandono da circa 25 anni, di proprietà del Comune di Entzheim, situato a pochi chilometri dalla città di Strasburgo.

Sugli edifici – una tradizionale abitazione alsaziana risalente a più di tre secoli fa adibita a scuola elementare femminile e un altro edificio di epoca più recente (1850 circa) – grava infatti la minaccia dell’abbattimento,magari per concedere spazio ad un più redditizio centro commerciale o ad un parcheggio.

Grazie all’attività del Bastion Social – organizzazione che proprio in questi giorni vorrebbe essere sciolta dal presidente francese Macron –  gli edifici sono in corso di ristrutturazione e vorrebbero essere adibiti ad alloggio per cittadini bisognosi, abbandonati dallo Stato francese. Oltre che una forma di tutela diretta del patrimonio architettonico alsaziano ed europeo, tale iniziativa avrebbe anche il merito di riportare tali edifici alla loro originaria funzione “sociale”, al servizio della comunità di Entzheim.

Anche le reazioni degli abitanti del villaggio sono state nel complesso positive ed in alcuni casi gli abitanti di Entzheim si sono presentati all’ingresso di Arcadia – questo il nome attribuito allo spazio occupato – per donare alimenti. Gli abitanti erano infatti stati informati dagli stessi militanti del Bastion Social che sin dalle prime ore di occupazione si sono attivati attraverso volantinaggi informativi finalizzati ad informare la cittadinanza dell’iniziativa.

Questo episodio potrebbe costituire un importante precedente ed esempio, non solo per tutte le organizzazioni che concordano sul fatto che il patrimonio artistico e culturale di una Nazione deve essere difeso a ogni costo contro le logiche del cieco profitto e del capitale, ma anche per i diversi legislatori nazionali che dovrebbero garantire una maggiore attenzione e soprattutto efficacia alla tutela del patrimonio artistico e culturale.

Edoardo Fiorani

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta