Roma, 20 nov — Sono violentissime le proteste scoppiate in Olanda nel corso di una manifestazione che ha visto migliaia di cittadini scendere in piazza a Rotterdam contro il L’Olanda è stato il primo Paese europeo ad aver ripristinato un lockdown parziale dopo che i contagi da Covid sono saliti a livelli record soprattutto per i non vaccinati.



Olanda ripristina il lockdwon, scontri

La stretta del governo arriva in risposta a un record assoluto di contagi in Olanda per il quarto giorno consecutivo. Il bollettino del 18 novembre registrava 23.680 nuovi casi e 34 morti. Numeri L’Olanda è stato il primo Paese europeo ad aver ripristinato un lockdown parziale dopo che i contagi da Covid sono saliti a livelli record — un nuovo record che supera nettamente quello già stabilito nel dicembre 2020 — nonostante ad oggi l’84% della popolazione sia vaccinata.  Per questo motivo, il primo ministro olandese, Mark Rutte, dal 13 novembre ha ripristinato le restrizioni riguardanti negozi, attività di ristorazione e attività sportive per almeno tre settimane: bar e ristoranti chiuderanno alle 20 e i negozi non essenziali alle 18. Trascorso questo periodo si valuta l’ingresso nei luoghi pubblici ai vaccinati o alle persone guarite di recente.

Esplode la rabbia dei cittadini a Rotterdam

Si ritorna alle restrizioni, capitolo che gli olandesi pensavano fosse archiviato. Grande l’esasperazione di migliaia di cittadini che ieri hanno sfilato a Rotterdam per manifestare il loro dissenso. Secondo quanto riferisce l’emittente olandese Nos, la polizia ha utilizzato i cannoni ad acqua sui manifestanti e sparato sulla folla, ferendo due persone. Su Twitter corre la voce, non confermata, di un morto, ma potrebbe trattarsi di un terzo ferito grave. «Ci sono stati feriti in seguito agli spari di avvertimento», ha ammesso qualche ora dopo la polizia.

Prima di fare fuoco sui manifestanti, gli agenti in tenuta anti sommossa avevano esploso alcuni colpi di avvertimento per tentare di sedare la rivolta, mentre i cittadini sparavano fuochi d’artificio, bombe carta e appiccavano incendi. Almeno un’auto della polizia è stata incendiata e altre sono rimaste danneggiate. Le ferrovie olandesi hanno annunciato che i servizi ferroviari da e per Rotterdam sono stati cancellati fino a nuovo ordine  a causa dei disordini.

 I video della protesta in Olanda

Nel primo video, spari della polizia. Nel secondo a seguire, l’impressionante sequenza di una manifestante che cade sotto il colpo esploso dalla polizia.

La rabbia dei manifestanti olandesi contro le misure restrittive e la repressione . incontenibile. Qui auto delle forze dell’ordine incendiate,

 

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

Articolo precedenteKyle Rittenhouse assolto da ogni accusa: uccise due antifascisti per difendersi da un linciaggio
Articolo successivoPer un’Italia potenza nucleare
Classe 1977, nata nella città dei Mille e cresciuta ai piedi della Val Brembana, dell’identità orobica ha preso il meglio e il peggio. Ex musicista elettronica, ha passato metà della sua vita a fare cazzate negli ambienti malsani delle sottoculture, vera scuola di vita da cui è uscita con la consapevolezza che guarire dall’egemonia culturale della sinistra, soprattutto in ambito giovanile, è un dovere morale, e non cessa mai di ricordarlo quando scrive. Ha fatto uscire due dischi cacofonici e prima di diventare giornalista pubblicista è stata social media manager in tempi assai «pionieri» per un noto quotidiano sabaudo. Scrive di tutto quello che la fa arrabbiare, compresi i tic e le idiozie della sua stessa area politica.

4 Commenti

  1. Il potere usa una dittatura travestita da falsa democrazia e il popolo quando non ha piu’ alternative si ribella, , coloro che hanno e usano il potere corrompendo e ricattando sono una esigua minoranza,
    La fuffa dei non vaccinati che si ammalano solo loro ormai non sta piu’ in piedi, basta cercare e si trovano articoli di scienziati veri non televiroidioti che parlano in televisione ad minchiam e quindi le masse si stanno rivoltando ed e’ giusto cosi’
    Ricordo a lor signori che molti appartenenti alle varie forze di sicurezza e armate hanno scelto di non vaccinarsi , come lo hanno fatto anche medici e personale sanitario, ora questa massa critica prima o poi scendera’ in piazza assieme ai manifestatnti e allora come la metteranno quando si troveranno davanti personale addestrato ad attacco e difesa ? intendo gli ex colleghi di quelli che ora bastonano i manifestanti,
    Io nel mio piccolo credo che prima o poi ci sara’ un 8 settembre , non adesso perche’ e’ ancora troppo presto ma arrivera’ quando tutta europa sara’ un campo di macerie e allora salteranno anche fuori i nomi di chi c’e’ dietro a tutta questa falsa pandemia e i loro sodali schifosi e corrotti

  2. Ho la fortuna/sfortuna (dipende dai punti di vista), di vivere a cavallo tra società, sistemi, molto diversi quantomeno nei tempi capitalistici e mi accorgo quanto i calvinisti, behaviuristi, falsi liberisti sono finalmente arrivati al capolinea, alias binario morto. Come le rane nella pentola… son già pronte a morire. Torniamo indietro se e fintanto che è possibile, umanamente discorrendo… Altrimenti, Fas sia!

Commenta