palmira
L’arco di trionfo di Palmira distrutto dai miliziani dell’Isis

Roma, 5 ott – Non c’è pace per Palmira. Ora anche l’Arco di Trionfo dell’antica città, risalente a circa duemila anni fa, sarebbe stato distrutto dagli sgherri del Califfo Al Baghdadi.

Palmira sotto attacco

La notizia proviene dal famigerato “Osservatorio siriano per i diritti umani” con sede a Londra, una delle ong che della presenza dell’Isis in Siria è maggiormente responsabile a causa della sua dissennata propaganda anti-assadista.

In seguito, tuttavia, la notizia è stata confermata anche da Sana, l’agenzia di stampa ufficiale siriana.

Ad ogni modo, sembrerebbe che i jihadisti abbiano fatto saltare in aria tre archi e mantenuto le colonne. Le milizie dello Stato islamico hanno il controllo della città dal 20 maggio scorso, dopo il ritiro dell’esercito regolare siriano dalla città storica. Da allora i jihadisti hanno già distrutto altri templi, fedeli alla loro vocazione iconoclasta che li porta a distruggere ogni testimonianza artistica non islamica e anche quelle che fanno riferimento a un Islam differente dalla loro versione fanatizzata. Secondo l’Unesco, Palmira rappresenta uno dei centri culturali più importanti del mondo antico.

Roberto Derta

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta