San Francisco, 26 giu – San Francisco è la prima grande città degli Stati Uniti a vietare tutti i tipi di sigaretta elettronica. Lo ha comunicato l’amministrazione della città sul sito ufficiale. “Nessuno deve vendere o diffondere le sigarette elettroniche a San Francisco”, si legge nel comunicato. La violazione del divieto sarà punibile con una multa fino a 1.000 dollari.

La decisione fa specie perché, come è noto, San Francisco – da decenni capitale dei “freak” della West Coast – da tempo ha legalizzato la vendita di marijuana. Quindi, sigaretta elettronica no, “canne” sì. Curioso. Soprattutto se si pensa che da anni l’amministrazione cittadina adotta il pugno di ferro su altri prodotti pericolosi per la salute: l’anno scorso ha vietato la vendita di tabacco aromatizzato e nel 2016 ha introdotto una tassa sulle bevande zuccherate.

Boom di e-cigarette tra i giovanissimi

Dietro la decisione di bandire le sigarette elettroniche, c’è l’allarmante boom nella diffusione tra i giovanissimi, che ha assunto le proporzioni di quella che viene definita dalle autorità una vera e propria “epidemia”, soprattutto tra i teenager. Secondo le ultime statistiche ufficiali il numero di giovani americani che hanno iniziato a fumare sigarette elettroniche è aumentato di un milione e mezzo nel 2018, vanificando di fatto anni di campagne di sensibilizzazione contro il tabagismo nei licei e nei college.

Dal canto suo, il produttore di sigarette elettroniche Juul Labs, con sede proprio a San Francisco, ha dichiarato di opporsi alla vendita di sigarette elettroniche ai minori e che ritiene importante regolare la vendita di questo prodotto, ma è ovviamente contrario al divieto. A tal proposito, Juul ha reso noto di avere già raccolto le firme necessarie per mettere al voto il divieto, nella speranza di riuscire a vendere i suoi articoli agli adulti oltre i 21 anni di età. I 21 enni, lo ricordiamo, nella ridente città californiana possono acquistare marijuana per scopo ricreativo fino a un’oncia, circa 28 grammi, e coltivare fino a sei piante nella loro casa.

Intanto monta la polemica, come riportano i media locali, sul paradosso di questo ultimo divieto alla luce della legalizzazione della marijuana, visto che in termini di salute fumare – nella fattispecie – droga, non può fare meno male di fumare una sigaretta elettronica contenente nicotina. Però fa tanto cool e quindi rientra nell’immagine colorata (come non pensare all’arcobaleno) e un po’ matta di San Francisco. Contenti loro…

Ludovica Colli

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here