Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 28 mag – La batosta elettorale era prevedibile. Un tracollo che i laburisti di Corbyn hanno condiviso con i tories guidati dalla May. Se i primi sono scesi a un mediocre 14%, i secondi sono sprofondati al 9%. Risultati che hanno segnato la fine dello storico, tradizionale, bipartitismo britannico. Inutile dire che il continuo tergiversare sulla Brexit ha pesato più di ogni altra cosa per entrambi. Non a caso proprio oggi il Partito Laburista ha annunciato di aver espulso Alastair Campbell, il guru dell’ex primo ministro Tony Blair, perché aveva annunciato che avrebbe votato per i liberaldemocratici alle elezioni europee.

Sul labour però pende adesso una spada di Damocle piuttosto pesante: l’accusa di antisemitismo che già in passato a coinvolto alcuni importanti membri del partito, a cominciare dal leader Corbyn per arrivare all’ex sindaco di Londra, Ken Livingstone. Adesso la Commissione per l’uguaglianza e i diritti umani (EHCR) del Regno Unito ha aperto un’indagine volta a stabilire se all’interno del Partito Laburista siano state discriminate alcune persone in quanto ebree. L’indagine è stata avviata, secondo quanto riportato dal Guardian, in seguito ai reclami da parte del Campaign Against Antisemitism (CAA) e del Jewish Labour Movement, entrambi convinti che all’interno del labour non sia stato rispettato il principio di eguaglianza.

Accusati anche di islamofobia

Secondo Gideon Falter di CAA, il partito laburista ha “ripetutamente omesso di affrontare il proprio problema di antisemitismo”. Negli ultimi anni “abbiamo visto abbastanza per convincerci che Jeremy Corbyn stesso è un antisemita e inadatto a qualsiasi ufficio pubblico” e “la maggior parte dei parlamentari laburisti sembrano essere d’accordo con noi”, ha tuonato Falter. Lo stesso guru di Blair, espulso dal partito, ha sottolineato su Twitter che “è difficile non notare il modo diverso in cui sono stati trattati casi di antisemitismo”. Come se non bastasse, un’associazione islamica ha chiesto alla stessa Commissione di aprire un’altra indagine, sempre sul Partito Laburista, per islamofobia.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta