Budapest, 11 feb – “In tutta Europa ci sono sempre meno nascite. Per i Paesi occidentali la risposta sta nell’immigrazione, nel far arrivare persone per pareggiare i conti; per noi la migrazione significa arrendersi e la pensiamo diversamente: non vogliamo soltanto numeri, vogliamo bambini ungheresi”. Il discorso di Viktor Orban al parlamento di Budapest è una “bomba” volta a rilanciare le nascite.

Ma come sempre, al di là delle parole, servono i fatti. Il premier ungherese lo sa bene e per questo ha deciso di varare un piano straordinario per la natalità. Stando al progetto lanciato da Orban le donne con almeno quattro figli “non pagheranno mai l’imposta sul reddito e le nuove famiglie potranno richiedere un prestito a tasso zero per dieci milioni di fiorini (circa 31mila euro, ndr)”. Non solo, il premier magiaro ha specificato che il piano prevederà incentivi e interventi del governo di Budapest finalizzati a sostenere “l’edilizia popolare” e a ridurre “quasi a zero” i costi di “luce e gas” a carico delle famiglie.

Sono misure che il governo ungherese adotterà per arginare il calo demografico (che secondo Orban potrebbe portare alla “scomparsa del popolo ungherese”) e per “difendere l’identità ungherese e l’eredità cristiana”. D’altronde in Ungheria si registra un tasso annuale di fecondità pari a 1,45 figli per donna, al di sotto della già preoccupante media europea di 1,58.

Nel discorso alla nazione Orban ha poi auspicato che, in seguito alle prossime elezioni europee, le istituzioni Ue saranno guidate da forze contrarie all’immigrazione. “I popoli europei sono a un crocevia storico”, ha tuonato Orban, rivelando che “i Paesi di popolazione mista”, contribuiscono al processo in corso e nel giro di qualche decennio rischia di completarsi: la popolazione cristiana diventerà in minoranza in Europa. Una prospettiva che adesso il premier magiaro tenta di arginare bloccando gli ingressi di immigrati e fornendo aiuti alle famiglie ungheresi.

Eugenio Palazzini

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. Dopo quella degli invasori,c’è l’emergenza nascite,dobbiamo prendere tutti quei provvedimenti atti a riempire le culle degli europei e ovviamente degli italiani,quelli poco abbronzati ovvio!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here