Il Primato Nazionale mensile in edicola

Mosca, 26 dic – Un’arma micidiale e “avanguardistica”, come lascia facilmente intuire il nome assegnatogli: Avangard. Il presidente russo Vladimir Putin, che ha assistito oggi al test effettuato con successo, l’ha definita “invulnerabile a qualsiasi mezzo di difesa antimissile esistente o futuribile”. Putin ha infatti spiegato alla stampa russa che la nuova arma russa “si dirige sul bersaglio come un meteorite, come una palla di fuoco”.
Il lancio è avvenuto dalla base di Dombarovsk, nella regione degli Urali. Il missile ha attraversato ad alta quota tutta la Siberia per poi colpire il poligono in Kamchatka, a circa 6mila chilometri di distanza. L’Avangard, lanciato con un missile vettore intercontinentale, è in grado di trasportare una testata atomica (così come carichi convenzionali) e di planare come un aliante a grande altitudine, slittando sugli strati più densi dell’atmosfera  per poi colpire obiettivi lontani senza essere intercettata dai sistemi antimissile Nato.
Un missile ipersonico “inarrestabile” che viaggia 20 volte più veloce della velocità del suono. Secondo gli analisti, la nuova potentissima arma, dovrebbe entrare in servizio nel 2019. Putin l’ha presentata come una delle sei nuove armi strategiche russe, che inevitabilmente Mosca considera fondamentali per accrescere il proprio potenziale militare.





Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta