Roma, 13 dic – Altro che qualche migliaia di euro. Nelle abitazioni di Antonio Panzeri e dell’ex vicepresidente del Parlamento Europeo, Eva Kaili, è stato trovato oltre un milione e mezzo di euro in banconote. E’ questa la cifra totale di soldi in contanti rinvenuti dalla polizia belga, nell’ambito delle indagini sul cosiddetto Qatargate. Stando a quanto riferito dai media del Belgio, la cifra comprende anche i contanti trovati nella valigia che il padre dell’ormai ex vicepresidente dell’Eurocamera aveva con sé mentre stava cercando di lasciare l’albergo di Bruxelles. Le forze dell’ordine belga hanno diffuso alcune foto in cui si vedono pile di banconote da venti, cinquanta, cento e duecento euro poste su un tavolo.

Qatargate, milioni in banconote. Kaili destituita da vicepresidenza del Parlamento

Il Parlamento Ue ha approvato oggi la destituzione di Eva Kaili dalla carica di vicepresidente. L’aula ha votato sì con la maggioranza di oltre due terzi (625 voti). Soltanto un contrario e due astenuti tra i parlamentari. A votare contro la destituzione è stato Mislav Kolakušić, eurodeputato croato dei non iscritti. Ad astenersi sono stati invece l’olandese del gruppo Ecr, Dorien Rookmaker, e il tedesco di Id, Joachim Kuhs. La Kaili è stata condotta nelle scorse ore nel carcere di Haren, alla periferia nord-orientale di Bruxelles. La procura belga non ha però confermato alla stampa se anche gli altri tre arrestati – Panzeri, Francesco Giorgi e Niccolò Figà-Talamanca – siano detenuti nella stessa struttura. In ogni caso tutti e quattro dovranno presentarsi domani in tribunale per la prima udienza preliminare sul Qatargate.

Quelle ombre sulla Commissione europea

Lo scandalo potrebbero però allargarsi. Ombre sono state gettate sulla Commissione europea, anche se finora soltanto da un punto di vista strettamente etico e politico. A finire nel mirino è stato in particolare il vicepresidente Margaritis Schinas – politico greco, come Eva Kaili – e il suo viaggio nei Paesi del Golfo tra il 18 e il 21 novembre scorsi. Schinas, durante il viaggio in questione, ha difatti rimarcato i progressi fatti dal Qatar sulle riforme e ha incontrato la vicepresidente dell’Eurocamera Eva Kaili in un ristorante di Abu Dhabi. Chiarimenti su questi episodi sono stati chiesti da alcuni europarlamentari.

La Redazione

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta