Il Primato Nazionale mensile in edicola

Manchester, 3 gen – Era considerato unanimemente l’eroe di Manchester, colui che ha salvato molte vite in occasione dell’attentato al concerto di Ariana Grande lo scorso maggio. Si è scoperto che, in realtà era uno sciacallo. Il senzatetto Chris Parker, che subito dopo il sanguinoso attacco terroristico di Manchester era stato osannato dai media del Regno Unito per aver soccorso e confortato le vittime dell’attentato, ha mostrato il suo vero volto.
Il 33enne senza fissa dimora, per sua stessa ammissione, ha rubato borsette e smartphone a decine di persone che giacevano a terra, ferite o morte. Ha persino confessato di aver usato una carta di credito trovata dentro una borsa. Al momento dell’attentato, quando un sostenitore dell’Isis ha fatto detonare una bomba fatta in casa, facendo una strage di ragazzini, Parker si trovava nei pressi del luogo dell’attentato e non si tirò indietro con i media, rilasciando interviste strappalacrime in cui diceva di aver aiutato i feriti e di essere stato loro vicino. La campagna di crowdfunding che è seguita, per aiutarlo, ha raccolto più di 50.000 sterline. Poi, però, sono arrivati i filmati inquietanti in cui si vedeva chiaramente il senzatetto mentre depredava le vittime sanguinanti sul pavimento.
L’uomo ha raccontato tutto di fronte alla Manchester Crown Court, dopo che un processo a suo carico era stato avviato in seguito alla scoperta dei furti, anche grazie ai video diffusi. L’uomo, per evitare il processo, si era nascosto in un appartamento dello Yorkshire. A questo punto la corte deve pronunciare la sentenza alla fine del mese, anche se il giudice ha già detto che “molto probabilmente” per lui si apriranno le porte del carcere, dato che l’uomo dal 2000 a oggi ha collezionato numerosi precedenti per scippi, furto e taccheggio.
Anna Pedri
 

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. Non pareva vero ai comunisti asini dei media inglesi elogiare ed applaudire un rifiuto sociale e farlo diventare un eroe…..pur di non parlare di terrorismo islamico e dei bastardi maomettani dell’isis direbbero che la regina gioca a tennis due volte al giorno nonostante la ragguardevole età….. Penosi.

  2. Nel virtuale mondo che vogliono imporci per perseguire i piani di distruzione della memoria e della Tradizione, essendo, il bipede dallo sguardo sveglio, un povero emarginato, doveva per forza essere buono. Un po’ come il povero immigrato muslim.

  3. ormai gran parte dell’Europa vive di queste boiate; come non ricordare quella foto fake* scattata la notte dell’incendio della Grenfel Tower a Londra, ove una ragazzona islamica correva verso i soccorritori professionisti (tra EMD e Firefighters) con una bottiglietta di acqua in mano quando vicino agli stessi era facile vedere una cassetta piena di bottigliette e quant’altro ?
    questa volta addirittura il “senzatetto buono” (naturalmente niente esclude che ve ne siano) un personaggio che sembra quasi tratto da un cinepanettone natalizio,autentica foglia di fico fallata per nascondere i gravissimi problemi sociali introdotti da politici dissennati; mi domando davvero poi, come tra un bambin gesù nero ed una coppia gay di “Giusepponi” un ruolo a questo nuovo Re Magio 2.0 non gli sia stato concesso, magari tra una udienza in Tribunale ed un’altra.
    * cerca per immagini come “Grenfell Tower muslim helped”

Commenta