Damasco, 24 mag – Tra le macerie emergono foto di famiglia e ricordi di una vita trascorsa nei quartieri meridionali della capitale siriana. Diapositive che immortalano sorrisi, prima del buio improvviso generato dai terroristi. Per sette lunghi anni i tagliagole hanno violato i beni e l’esistenza di migliaia di damasceni, contravvenendo proprio alla sacra inviolabilità coranica. Oggi l’intera Damasco, comprese le zone periferiche, è tornata completamente sotto il controllo dell’esercito siriano.
Nel video reportage della nostra inviata Reem Masoud, girato subito dopo la riconquista di Al Hajar Al Aswad e Yarmouk, due sobborghi a sud di Damasco che fino a qualche giorno fa erano ancora occupati da diversi gruppi islamisti (tra cui l’Isis), si notano alcuni cadaveri dei terroristi. Le truppe di Assad stanno ultimando la bonifica dell’area, accertandosi che sul terreno non vi siano ancora mine ed esplosivi lasciati dai terroristi in ritirata. Immagini di morte e distruzione, immagini forti che non lasciano indifferenti ma che non possono farci chiudere gli occhi. Oggi è iniziata la palingenesi di un terra massacrata e vilipesa, con la complicità dei governi occidentali.
Dalla nostra inviata a Damasco, Reem Masoud
–ATTENZIONE, IMMAGINI FORTI–

 

1 commento

  1. Onore al grande bashar al assad , onore ai patrioti siriani che hanno cacciato i luridi tagliagola maomettani , esseri infami e puzzolenti…….a morte i terroristi islamici.

Commenta