Il Primato Nazionale mensile in edicola
Sparizione Vladimir Putin
Capitana di Vascello Heather Cole, ex comandante dello “Strategic Communications Wing 1” (SCW1) e “Task Force 124” (TF124) in servizio presso la base aerea di Tinker, Oklahoma

Roma, 12 mag – C’entra qualcosa la strana sparizione del presidente Russo Vladimir Putin dalla scena pubblica per una decina di giorni lo scorso marzo, con la rimozione della finora sconosciuta Capitana di Vascello Heather Cole della Navy americana? Secondo il portale specializzato Analisi Difesa, non è da escludere.

Al ritorno di Putin sulla scena, il 16 marzo, il ministero della Difesa di Mosca rese noto che il presidente aveva ordinato una imprevista massiccia mobilitazione delle forze aero-navali del nord per un’esercitazione in grande stile. Qualche giorno prima, il 13 marzo, il giornale inglese The Independent rendeva noto che informazioni segretissime riguardo allo stato degli armamenti nucleari britannici sarebbero state accidentalmente instradate verso la Germania e l’Ucraina , “deviando” dal collegamento tra Houston, in Texas, e appunto la Gran Bretagna, e molti dopo questo fatto dettero per sicuro che gli stessi dati fossero stati acquisiti dai servizi segreti Russi.

Secondo Analisi Difesa, che rilancia altre analisi, tra le informazioni accidentalmente filtrate vi sarebbe stato l’ordine di un attacco nucleare limitato contro la Russia, da sferrare simultaneamente da parte di Washington e di Londra. Probabilmente, nessuno saprà mai se questo sia vero e, nel caso lo fosse, se si trattava di un’esercitazione, e in questo ultimo caso se l’informazione sia stata appositamente fatta filtrare verso la Russia in modo da verificarne la capacità di reazione.

Tutto questo assunto, ma impossibile da confermare, potrebbe trovare risposta anche la domanda sulle ragioni dell’assenza di Putin nella decina di giorni di marzo: sarebbe stato messo sotto protezione dallo stesso ministero della Difesa retto dal potentissimo e, pare, fedelissimo generale e ministro Sergey Shoigu (il medesimo che ha impressionato l’intera Russia in quanto – buddista – si è segnato alla maniera ortodossa nella grande parata dello scorso 9 maggio). Così come sarebbero agevolmente spiegabili le successive grandi manovre aero-navali nel nord europeo del paese euro-asiatico.

stratcommwingoneMa cosa c’entra con la povera Heather Cole? La nostra Capitana era comandante dello “Strategic Communications Wing 1” (SCW1) e “Task Force 124” (TF124) in servizio presso la base aerea di Tinker, Oklahoma e, secondo una nota della Marina americana, la sua rimozione dall’incarico (ma non dalla Navy, essendo per il momento stata destinata ad altro e inferiore compito, anche se alcuni sostengono che sia agli arresti), sarebbe stata motivata da una “mancanza di fiducia nelle capacità di condotta del comandante”, particolarmente grave in relazione alla straordinaria responsabilità implicata dalla sua precedente posizione.

Il problema è che alcuni analisti ritengono che la Cole si sarebbe rifiutata di trasmettere l’ordine dell’attacco nucleare limitato contro la Russia, non inserendo nella procedura un “Permissive Action Link” di sua competenza, atto ovviamente di particolare gravità sia che si trattasse di un attacco reale sia che, come appare molto più probabile, di un’esercitazione forse a scopo di provocazione e verifica.

Sia come sia, i venti di guerra spirano sempre più forti, come analisti del calibro di Paul Craig Roberts avvertono da tempo e di cui si è dato ampio conto su queste colonne, tutt’altro che sopiti dalla tensione scatenata negli Usa dalla tendenziale perdita di egemonia del dollaro nella finanza mondiale e dai rischi che questo comporta per la tenuta economica di quella che fino a pochissimi anni fa era l’unica superpotenza uscita vittoriosa dalla guerra fredda.

Francesco Meneguzzo

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. questa teoria e assolutamente riidicola,la russia ha l’arsenale atomico piu micidiale del mondo,impossibile pensare che qualcuno potrebbe tentare un attaco atomico limitato contro la russia, e ridicolo da pensare anche solo per un momento,sono solo storielle pro americane

Commenta