Roma, 24 apr – Iniziano a circolare i primi video, ripresi dalle telecamere di sicurezza, in cui sono ritratti i kamikaze poco prima di provocare gli attentati che hanno sconvolto lo Sri Lanka causando la morte e il ferimento di centinaia di persone. In uno di questi vi è immortalato l’attentatore suicida, che poco prima di entrare nella chiesa di san Sebastiano attraversa la piazza e sembra dare un buffetto sulla guancia a una bambina che incrocia per strada. 

Sale il numero delle vittime

Nel frattempo è salito a 359 il numero delle vittime degli attentati. Molti dei feriti ricoverati negli ospedali dopo le esplosioni di domenica erano infatti in gravissime condizioni e si pensa che la conta dei morti non sia ancora terminata. Oltre 400 persone rimangono ricoverate. La polizia locale ha riferito che nella notte sono state arrestate altre 18 persone in relazione agli attacchi, portando a 60 il numero totale delle persone attualmente detenute. E’ arrivata nel pomeriggio di ieri la rivendicazione dell’Isis: “Coloro che hanno condotto l’attacco che ha preso di mira membri della coalizione a guida Usa e cristiani nello Sri Lanka l’altro ieri sono combattenti dello Stato islamico”, scrive Amaq, l’agenzia stampa e organo propagandistico dello Stato islamico.

Cristina Gauri

Commenta