Singapore, 12 giu – Era l’incontro più atteso, un summit definito da più parti come “storico”. Donald Trump e Kim Jong-un, i presidenti di Stati Uniti e Corea del Nord, si sono incontrati a Sentosa, isola di Singapore che, non a caso, in malese significa “pace e tranquillità”. E tutto il mondo è rimasto a guardare, in particolare i maggiori attori della regione, ossia Cina, Corea del Sud e Giappone. Gli obiettivi del vertice tra Kim e Trump erano sia una distensione delle relazioni bilaterali tra Usa e Corea del Nord, tesissime da mesi, sia la denuclearizzazione di Pyongyang. Un incontro che ha avuto il suo happy end, come vuole ogni storia americana che si rispetti. Tanto che Trump può affermare con grande soddisfazione che «abbiamo superato i problemi tra di noi. La Penisola coreana vedrà un grande cambiamento. La denuclearizzazione inizierà molto presto».

L’incontro tra i due leader è avvenuto su un patio del Capella Hotel sull’isola di Sentosa, addobbato con grande sfarzo per l’occasione. Dopo la prima stretta di mano e il consueto cerimoniale, Kim e Trump si sono fatti immortalare dai fotografi. Subito dopo c’è stato lo storico summit a porte chiuse, che è durato all’incirca 40 minuti. Ma già prima Trump si era detto sicuro che sarebbe stato «un incredibile successo» e che «non ho dubbi che avremo un incredibile miglioramento nelle relazioni bilaterali», mentre Kim gli ha fatto eco dichiarando che «ci sono stati una serie di problemi, ma li abbiamo superati tutti e oggi siamo qui». Al termine dell’incontro ha avuto luogo la lunga conferenza stampa e l’incontro delle delegazioni statunitense e nordcoreana.

Vivissima la soddisfazione di entrambe le parti. Dopo il vertice Kim ha affermato: «Abbiamo avuto un incontro storico, abbiamo deciso di lasciarci il passato alle spalle, abbiamo firmato un documento storico, il mondo vedrà un importante cambiamento». «Vorrei esprimere gratitudine al presidente Trump per aver reso possibile questo incontro», ha concluso il presidente nordcoreano. Anche “The Donald” annuncia soddisfatto la buona riuscita del summit: «La nostra relazione con la Corea del Nord sarà qualcosa di molto diverso rispetto al passato, abbiamo sviluppato un legame molto speciale. C’è molta soddisfazione e molta gioia, voglio ringraziare il presidente Kim». «Abbiamo trascorso molto tempo insieme – ha proseguito Trump – ed è andato molto meglio di quello che si potesse prevedere e questo porterà tanto di più. È un onore essere con il presidente Kim». «Inviterò Kim alla Casa Bianca. Il processo di denuclearizzazione della Corea del Nord inizierà molto presto», ha concluso il presidente degli Stati Uniti.

Vittoria Fiore

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here