Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 21 apr — Un babysitter afroamericano residente a El Paso, Texas è accusato di omicidio nei confronti del bimbo di un anno che stava sorvegliando per conto dei genitori, dopo avergli praticato «diverse mosse in stile wrestling e una presa da football». Per Marvin Rex Lake — questo il nome dell’accusato — si sono aperte le porte del carcere della città texana. La vittima è il piccolo Ahren Joshua DeHart, dalla cui autopsia sono emerse lesioni multiple, tra cui la frattura del cranio, danni cerebrali e una emorragia polmonare. 



Il babysitter ammazza il bimbo per un cuscino strappato 

L’emittente KFOX14 riferisce che Lake avrebbe inizialmente detto agli investigatori di non sapere come il bambino si fosse procurato quel genere di lesioni. In seguito avrebbe ammesso di aver eseguito sul piccolo le mosse da wrestling: «Mi ero arrabbiato perché Ahren aveva strappato un cuscino», ha dichiarato. Poi l’incredibile giustificazione, se così la si può chiamare: «Non gli ho fatto male alla testa. Ho causato solo lesioni interne».  

I fatti 

Lake era stato incaricato di sorvegliare il piccolo assieme ad altri due bambini durante la sera del 13 aprile, mentre le loro madri erano al lavoro. Stando al racconto della mamma della vittima, in una videochiamata avvenuta a inizio serata DeHart appariva «in buona salute e vigile, ma piangeva e si agitava». Alle 21.30, poco più di quattro ore dopo, il babysitter aveva chiamato per avvertire che il bimbo «aveva vomitato qualcosa di rosso». La madre rincasata poco prima di mezzanotte, aveva trovato il figlio privo di coscienza. Anche gli altri due bambini affidati alle cure di Lake erano feriti.

Ahren è morto il 16 aprile, dopo cinque giorni passati in terapia intensiva lottando tra la vita e la morte. «Venerdì intorno alle 14:30 i medici hanno deciso di staccare le macchine e lasciarlo morire», specifica lo zio della vittima. Lake rimane in prigione senza cauzione.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta