Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 12 ago – Il Togo, con una popolazione di 8 milioni di abitanti, importa dalle vicine Ghana e Nigeria più della metà dell’energia elettrica di cui necessita. Una situazione che, alla lunga, rischia di diventare insostenibile. Per questo il governo sta tentando di raggiungere l’autosufficienza energetica, puntando anche e soprattutto sulle fonti rinnovabili. I risultati di questa politica stanno iniziando a vedersi.



In Togo energia pulita per più di 150mila persone

Circa due mesi fa, nella parte centrale della nazione a 250 chilometri a nord della capitale Lomé, è stata inaugurata una centrale solare da 50 megawatt di potenza installata. L’impianto potrà fornire energia a 158mila persone, evitando contemporaneamente l’emissione di più di un milione di tonnellate di anidride carbonica. La centrale, costruita da Amea Togo Solar (filiale dell’emiratina Amea Power), è costata 64 milioni di dollari. Le risorse sono arrivate da un prestito congiunto erogato dalla Banca di sviluppo dell’Africa occidentale e dall’Abu Dhabi fund for developmente. Una caratteristica peculiare dell’impianto è il fatto di utilizzare una tecnologia che permette ai pannelli di seguire i movimenti del sole. Garantendo così una maggiore efficienza, visto che possono ricevere sempre il massimo dell’irraggiamento.

Black Brain

Leggi anche: In Africa è sempre più boom delle energie rinnovabili

Il presidente del Togo Faure Gnassingbé non ha nascosto la sua soddisfazione riguardo alla conclusione del progetto, che non solo fornirà energia pulita ma garantirà anche accesso all’energia elettrica a coloro che oggi ne sono privi. Questo avrà importanti conseguenze economiche, senza contare che l’impianto è stato realizzato in soli 18 mesi. Per quanto importante, però, la centrale solare non sarà l’unica. In cantiere, sempre nella stesa località, è infatti prevista la costruzione per fine anno di un altro sito da 20 megawatt e altre centrali solari saranno costruite in altre zone del paese.

Giuseppe De Santis

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta