Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 14 nov – Non si è ancora arrivati al defund the police, ma l’onda lunga di Black lives matter sta per travolgere anche la Gran Bretagna. Con lo slogan defund the police, i paladini della minoranza afroamericana intendono operare pesanti tagli ai fondi della polizia, colpevole a loro dire di «razzismo sistemico», qualunque cosa voglia dire. Nel Regno Unito non si è arrivati a tanto, ma il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha comunque conseguito un’importante vittoria. Come riporta il Guardian, infatti, la polizia metropolitana della capitale britannica ha annunciato che i propri agenti saranno reclutati per il 40% dalle minoranze.

Quote etniche per la polizia di Londra

Questa «quota etnica» è stata al centro di un lungo braccio di ferro tra Scotland Yard e il sindaco «colorato» di Londra, che a quanto pare ritiene un delitto che ci siano «troppi bianchi» tra le file della polizia metropolitana della capitale. E Cressida Dick, l’alto commissario delle forze dell’ordine londinesi, alla fina ha dovuto capitolare. L’idea è venuta a Khan dopo l’uccisione di George Floyd, che ha dato la stura alle proteste di Black lives matter. Senza questa miccia, probabilmente il sindaco di Londra non ce l’avrebbe fatta. Ma tant’è.

Leggi anche: Anche Liam Gallagher contro Sadiq Khan: «Un incapace, sa dire solo “Londra è multietnica”»

Per Khan c’è «razzismo sistemico»

Stando alle dichiarazioni di Khan, il motivo che l’ha spinto a questa campagna politica è il fatto che i neri avrebbero circa sei volte più probabilità dei bianchi di essere fermati mentre guidano, senza contare le numerose denunce per i presunti casi di «razzismo e discriminazione» perpetrati dagli agenti. «C’è ancora molto lavoro da fare – ha spiegato il sindaco – per eliminare i pregiudizi consci e inconsci, e il razzismo sistemico che ancora esiste nelle nostre istituzioni pubbliche e nella nostra società nel suo insieme». Pertanto sarebbe «essenziale ascoltare e rispondere alle frustrazioni espresse dalle comunità afroamericane riguardo all’ingiustizia razziale e sociale che vedono quando interagiscono con le nostre istituzioni pubbliche, dal servizio di polizia al sistema educativo, ai tribunali, ai media e oltre». Attualmente il 15% degli agenti della polizia di Londra appartiene alle minoranze etniche. Ma Khan non è contento: la quota deve salire almeno al 40%. E così sia.

Vittoria Fiore

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. questo Sadik è la ennesima dimostrazione che non solo “non diventi”,ma che rimani invece”immigrato” per sempre….il che non rappresenterebbe niente di male in sè e per sè,anzi: la propria identità è una delle cose più importanti per una persona,rappresenta la storia della propria famiglia e del proprio sangue;

    è la narrativa secondo cui questo Sadik sarebbe come uno Steve Jones da Sheperd’s Bush che fa acqua da tutte le parti;

    acqua non chiara naturalmente,altrimenti qualcuno la potrebbe trovare “razzista sistemica”.

Commenta