Il Primato Nazionale mensile in edicola

Florida, 11 ago – Il candidato dei repubblicani per le elezioni presidenziali del 2016 non le manda di certo a dire, ma questa è cosa già nota. Dopo il suo appello al “popolo del secondo emendamento -cioè i possessori di armi per difesa personale- per fermare Hilary Clinton” che ha generato non poche polemiche, Donald Trump rincara la dose e alza il tiro forse preoccupato da alcuni sondaggi che lo danno in drastica discesa.

Secondo il candidato tycoon, Barack Obama è responsabile di aver creato lo Stato islamico. Dalla convention repubblicana di Fort Lauderdale ha così tuonato: “Obama è il fondatore dell’Is. E’ lui il fondatore – ha ripetuto Trump – Ha creato l’Is. E direi che la cofondatrice è la corrotta Hillary Clinton”. Trump fa particolare riferimento alla situazione di caos e destabilizzazione creata dalla scellerate politiche interventiste degli USA in medio-oriente. In particolar modo dalla guerra in Iraq in poi, in seguito alla quale si sarebbe creato un vuoto di potere funzionale agli Stati Uniti per accaparrarsi il controllo di alcune zone strategiche da un punto di vista politico ed economico. Tale situazione avrebbe permesso il proliferarsi di gruppi jihadisti la cui radicalizzazione terrorista sarebbe stata avallata e sostenuta economicamente proprio dall’attuale presidente di origine africana.

Aurelio Pagani

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta