Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 apr – “Buona Pasqua a tutti”. Proprio a tutti “anche ai pazzi della sinistra radicale che hanno falsificato le nostre elezioni presidenziali e vogliono distruggere il nostro Paese”. Così Donald Trump, in un suo comunicato che come di consueto sta facendo molto discutere negli Stati Uniti. Sconfitto alle elezioni e oscurato dai social, l’ex presidente americano sembrava destinato a un rapido declino mediatico. Invisibile dunque irrilevante, avranno pensato in molti. Eppure le sue ultime uscite, per quanto fugaci e strampalate possano apparire, finiscono per animare il dibattito e al solito dividere l’opinione pubblica degli States.



Trump, non solo particolari auguri di buona Pasqua

Dal proporsi come ospite speciale a feste di compleanno e matrimoni, agli irrituali auguri di buona Pasqua, Trump continua insomma a far parlare di sé. Per non parlare poi dell’appello al boicottaggio della Major League Baseball, schieratasi pubblicamente contro la nuova legge elettorale in Georgia. Un provvedimento, voluto dai Repubblicani, che pone limiti al voto a distanza e obbliga all’uso di documenti identificativi. Secondo i Democratici sarebbe una trovata pensata ad hoc per ostacolare il voto degli afroamericani. Una polemica su cui Trump è intervenuto a gamba tesa. “Il baseball sta già perdendo moltissimi fan e ora lasciano Atlanta con i loro All Star Games perché hanno paura dei democratici radicali di sinistra”, ha affermato l’ex presidente Usa in una dichiarazione diffusa da Save America. “Boicottate il baseball e tutte le compagnie che interferiscono con elezioni libere ed eque”, ha aggiunto il tycoon.

Intanto Facebook, dopo aver rimosso Trump dalle sue piattaforme in seguito all’assalto al Campidoglio, quattro giorni fa ha cancellato pure un video dell’ex presidente Usa dalla pagina della nuora Lara Trump. Quest’ultima, collaboratrice di Fox News, ha poi pubblicato uno screenshot di una mail ricevuto dal social network. “In linea con il blocco che abbiamo posto sugli account Facebook e Instagram di Donald Trump – si legge nel testo della mail – ulteriori contenuti postati nella voce di Donald Trump saranno rimossi e comporteranno ulteriori limitazioni sull’account”.

Eugenio Palazzini



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Trump ha commesso molti errori, ma negli Stati Uniti era l’unica piccola speranza di mitigare (non sovvertire, mitigare) il regime che è in atto, con le corporations dei social che sono il vero governo del Paese, la “cancel culture” e l’odio razziale sistematico ed istituzionale verso i bianchi (stile Sudafrica). Almeno continua a ricordare che le elezioni sono state truccate, forse un giorno gli americani oppressi dalla sinistra dei blm capiranno che non esiste più il sogno americano ma l’incubo americano, e scapperanno magari in Europa, come tanti secoli fa hanno fatto, all’inverso, i loro antenati.

Commenta