Roma, 26 feb – In Ucraina i combattimenti proseguono attorno alla capitale Kiev, come riportano gli aggiornamenti dell’Ansa.

Ucraina, il sindaco di Kiev annuncia coprifuoco

Nello stesso tempo a parlare è il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, che annuncia il coprifuoco in città dalle 17 alle 8 del giorno successivo: “Chi sarà trovato in strada sarà trattato da nemico”. L’attacco russo prosegue, mentre anche il presidente ucraino Zelensky continua a lanciare appelli all’Occidente affinché l’Ucraina entri nell’Ue. Colloqui anche con il presidente del Consiglio Mario Draghi, che ribadisce appoggio e concordia su Swift.

L’assalto alla stazione della città

Chi ha deciso di lasciare la città, comunque, è già in fuga. La stazione della capitale è infatti stata presa d’assalto, come confermano inviati sul posto, visto che anche i treni sono gratuiti, aspettando e salendo a bordo, nonostante le corse limitate. Ovviamente, tutto strapieno. Da Mosca intanto fanno sapere di essere contraiati per la mancata disponibilità a un accordo da parte del governo ucraino, annunciando di voler riprendere l’avanzata nel pomeriggio (fonte Tass).

Zelensky: “Momento cruciale, decidere su Ue”

Per il presidente ucraino è un “momento cruciale”. Posti gli aiuti richiesti anche alla Francia, e l’incitamento alla resistenza via Twitter, per il presidente bisogna decidere “una volta per tutte” sull’adesione dell’Ucraina all’Ue. Per Macron “questa guerra durerà molto a lungo e dobbiamo prepararci”. E convoca d’urgenza il Consiglio di Sicurezza. Biden continua a inviare assistenza: 600 milioni di dollari il valore delle armi inviate a Kiev.

821 obiettivi militari colpiti, forse un palazzo residenziale

Nella notte trascorsa sono stati colpiti 821 obiettivi militari ucraine, tra cui 19 centri di comunicazione, 14 piste di atterraggio, 24 sistemi di difesa antimissilistica. Abbattuti anche 7 aerei da combattimento, 87 carri armati, 28 lanciamissili, 7 droni e 8 elicotteri. Tra le strutture abbattute, ci sarebbe anche un edificio residenziale. Secondo il Guardian il numero delle vittime è attualmente sconosciuto, mentre ci sarebbero dei feriti.  Ma non c’è certezza, dal momento che Mosca smentisce l’attacco al palazzo. Il Cremlino ha sottolineato di aver preso di mira “esclusivamente infrastrutture militari”. Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, ha infatti dichiarato: “Sottolineo ancora una volta che il fuoco è stato diretto solo su obiettivi di infrastrutture militari delle Forze armate ucraine, esclusi i danni alle infrastrutture residenziali e sociali”.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta