Roma, 26 feb – È di recente pubblicazione il saggio Fabian Society a cura del giovane Francesco Mastrobattista, edito dalla casa editrice Millimetrozero, che affronta con nettezza e chiara lucidità quello che a tutti gli effetti si è oggi trasformato in un fenomeno elitario e ristretto, con fini chiaramente manipolatori.

Cos’è la Fabian Society

In primis, con Fabian Society ci riferiamo ad un contesto con alle spalle circa 130 anni di storia, nato nel mondo anglosassone. La sua spinta ideologica basata su dei principi di uguaglianza e socialismo ha con i decenni assunto dei connotati sempre più distanti dalle prospettive di base. Infatti, i suoi esponenti sono riusciti ad insediarsi negli ambiti istituzionali e, soprattutto, finanziari del Regno Unito e non solo, riuscendo ad indurre politici ed elites ad assumere comportamenti ideologizzati, che si richiamassero comunicativamente a dei principi di egualitarismo sociale per poi condurre delle politiche dannose.

La propaganda liberal

Ambientalismo e tematiche liberal sono oggi un punto cardine sfruttato dalla propaganda della Fabian Society: rappresentano i principali temi d’agenda politica che si riflettono maggiormente sugli interessi di ristretti circoli finanziari ed hanno l’opportunità di influenzare notevolmente i cittadini, in particolar modo quelli d’età giovanile. Mastrobattista descrive dettagliatamente le intenzioni e le mire di questo contesto, offrendo ai lettori una chiave di lettura utile per prospettare il futuro di una società che può subire questa manipolazione: in un momento storico fortemente globalizzato ed incentrato sul pensiero unico dettato dal mainstream la forza di determinate lobby può assumere dei tratti importanti nella gestione della volontà popolare. Eventualità pericolosa che ci spinge a comprendere l’importanza dell’osservazione critica e del ragionamento che superi le motivazioni ufficiali attribuite a determinate scelte, siano esse mediatiche, politiche o finanziarie. In tutta evidenza qualcosa che non sta spesso avvenendo nell’attualità odierna, composta per la maggiore da leggerezza e sufficienza di valutazione.

Tommaso Alessandro De Filippo

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Alè, tacabanda, sta Fabian sta diventando di moda.
    Ma non bastava tutto il battage su Byoblu del saggio di Davide Rossi?

Commenta