Kiev, 10 lug – Il neo presidente ucraino Volodymir Zelensky  ha emesso un decreto in cui vsancisce la nascita di un “corridoio verde” per i turisti nella cosiddetta “zona d’esclusione” attorno a Chernobyl.

“Dobbiamo mostare Chernobyl al mondo”

Le autorità ucraine costruiranno nuova struttura di isolamento attorno al sarcofago che copre il quarto reattore della centrale, quello che scoppiò la notte del 26 aprile 1986.  “Dobbiamo mostrare Chernobyl al mondo: scienziati, ambientalisti, storici e turisti. La Zona di esclusione è ancora un simbolo di corruzione” dice Zelensky “funzionari pubblici estorcono soldi dai turisti e c’è anche un traffico di metallo. Porremo presto fine a tutto questo”. Non c’è dubbio che grande parte di questa decisione sia scaturita dall’enorme successo della serie televisiva britannica Chernobyl dedicata alla catastrofe. Ad oggi, è la serie è record per ascolti e visualizzazioni.

“No alla parata”

Tra le altre decisioni che ha preso Zelensky c’è anche quella di rinunciare alla grandiosa parata militare che il predecessore Petro Poroshenko aveva istituzionalizzato ogni anno a Kiev in corrispondenza della Giornata dell’Indipendenza. Zelensky ha annunciato che destinerà i soldi destinati alla parata per bonus destinati “a tutti i militari in servizio, reclute, cadetti, sergenti, ufficiali, tutti coloro che prestano servizio nelle zone in cui operano le forze congiunte”. “E’ così pomposa e assolutamente non economica” insiste il neo presidente ucraino. “E’ meglio destinare questi soldi ai nostri eroi” ha concluso Zelensky, in visita ai militari nel Donbass.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here