Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 26 nov – Circa dieci giorni fa, negli Stai Uniti si era scatenato un polverone su una foto che ben presto è diventata virale: vi si vedono degli studenti che fanno il saluto romano. La foto era stata scattata a maggio al ballo di fine anno della Baraboo Highschool, una scuola superiore del Wisconsin. Una trentina di adolescenti, tutti ben vestiti e sorridenti, guardano l’obiettivo della fotocamera tenendo il braccio destro alzato. Non appena è stato postato sui social, lo scatto ha scatenato l’indignazione generale, tra inchieste e articoli di allarme sociale.
Dopo dieci giorni di indagini e di polemiche, le autorità scolastiche hanno dichiarato che gli studenti non verranno puniti per il loro gesto. Innanzitutto, fanno sapere che non è ancora chiaro che si tratti effettivamente di un saluto romano, né tantomeno per quale motivo sia stato fatto. In secondo luogo, Lori Mueller, la responsabile del distretto scolastico competente, ha inviato una lettera ai genitori della scuola specificando che non spetta al distretto punire gli studenti per il loro gesto. Anzi, spiega la Mueller che un’eventuale punizione «violerebbe i diritti fondamentali degli studenti», tra cui c’è, ovviamente, il diritto di espressione.
Secondo la ricostruzione fatta dai media statunitensi, la foto è stata scattata dal fotografo Pete Gust, il quale aveva diviso la classe in due gruppi, quello dei maschi e quello delle femmine. La madre di uno studente ha poi raccontato alla Nbc che «un uomo, forse il padre di un ragazzo, si è messo davanti al gruppo e ha cominciato a dare istruzioni agli studenti». L’unico ragazzo che nella foto non fa il saluto romano ha fatto sapere alla stampa che è stato proprio il fotografo a esortarli ad alzare il braccio. Una versione che Gust ha però rigettato, sostenendo che il gesto è stato male interpretato: «Io ho detto loro semplicemente di salutare i propri genitori».
Elena Sempione

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Dal 1892 al 1942 tutte le mattine,nelle scuole pubbliche americane,veniva recitato il saluto alla bandiera,accompagnato dal saluto a braccio teso che tutti,alunni e docenti,erano tenuti a fare.Ilsaluto a braccio teso fu abolito e sostituito con la mano sul cuore,tuttora in uso,quando gli USA entrarono in guerra con la Germania e l’Italia.Secondo alcuni storici,lo stesso Mussolini decise di adottare il saluto romano come saluto fascista dopo aver visto alcune foto di bambini americani che lo praticavano…

Commenta