Roma, 4 apr – Le autorità Usa hanno sequestrato in Spagna un mega yacht all’oligarca russo Viktor Vekselberg, alleato di Putin. L’imbarcazione di lusso era ormeggiata nel porto di Palma di Maiorca, nelle Baleari. Per la prima volta dunque gli Usa mettono in pratica all’estero le sanzioni contro gli oligarchi russi per l’invasione dell’Ucraina.

Gli Usa sequestrano in Spagna yacht dell’oligarca russo Vekselberg, alleato di Putin

Secondo quanto riporta il Dipartimento di giustizia statunitense, l’operazione di sequestro è stata condotta da unità dell’Fbi insieme alla Guardia civil spagnola. Si tratta di uno yacht chiamato Tango, lungo quasi 80 metri e il cui valore è stimato in circa 90 milioni di dollari. Il natante è tra gli asset legati all’oligarca Vekselberg, uno stretto alleato del presidente russo.

Il Dipartimento di giustizia Usa avverte: “Non sarà l’ultimo sequestro contro chi ha legami con il regime russo”

“Oggi riportiamo il primo sequestro da parte della nostra task force di un bene appartenente a un individuo sanzionato con stretti legami con il regime russo. Non sarà l’ultimo“. Così il procuratore generale Merrick B. Garland. “Insieme, con i nostri partner internazionali, faremo tutto il possibile per ritenere responsabile qualsiasi individuo i cui atti criminali consentano al governo russo di continuare la sua guerra ingiusta”. “L’azione di oggi chiarisce che gli oligarchi russi corrotti non possono eludere le sanzioni per vivere una vita di lusso mentre gli ucraini innocenti stanno soffrendo”, aggiunge il vice procuratore generale Lisa O. Monaco.

Il magnate russo era nel mirino del Tesoro Usa dal 2018

Vekselberg era nel mirino degli Usa da tempo. Nato in Ucraina da padre ebreo e madre russa, il magnate ha 64 anni e 14 miliardi di solo patrimonio personale, secondo Forbes. E’ proprietario e presidente della Renova Group, conglomerata russa con interessi in alluminio, petrolio, energia, telecomunicazioni e immobiliare. Lui e la sua Renova Group sono finiti, nell’aprile del 2018, nel mirino del Tesoro Usa che ha imposto una serie di sanzioni. Ora, con la guerra in Ucraina, sono scattate ulteriori ritorsioni.

Ludovica Colli

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Chi dà il potere agli USA di sequestrare un bene straniero in un paese altresì straniero ?

Commenta