Home » Sei vaccinato? A Vienna ti premiano col “buono bordello”

Sei vaccinato? A Vienna ti premiano col “buono bordello”

by Ilaria Paoletti
5 comments
vienna bordello vaccini

Roma, 9 ott – Un curioso incentivo alla vaccinazione quello ideato a Vienna: un bordello, infatti, ha deciso di premiare i clienti neo vaccinati con un buono da spendersi rigorosamente con le signorine del posto.

Vienna, il bordello e il buono-vaccino

Il bordello “Funpalast” organizza nei suoi locali una “Lunga notte del vaccino” e offre a ogni neo vaccinato un buono di 30 euro, scrive il quotidiano Kurier e riporta l’Ansa. La casa di appuntamento si trova nelle immediate vicinanze del monumento del pittore Gustav Klimt, il titolare del “Funpalast” Christoph Lielacher suggerisce anche la scusa da raccontare a casa: “Oggi mi sono fatto vaccinare vicino al monumento di Klimt”.

“Speriamo aumentino i clienti”

L’iniziativa si rivolge soprattutto a migranti che rappresentano una parte consistente della clientela del bordello. “A causa della pandemia abbiamo registrato un calo del 50%, con questa iniziativa speriamo che il numero dei clienti torni a salire”, spiega il titolare.

Wurstel, Brezen e birra analcolica in cambio del vaccino

Niente a che fare con l’idea di Bolzano. In Alto Adige, una Asl evidentemente a corto di espedienti per convincere gli indecisi prova a sedurre lo zoccolo duro dei non vaccinati prendendoli per la gola con tre delle tradizionali cibarie locali: uno spuntino a base di Weißwurst (wurstel bianchi), Brezen e birra analcolica. Il tutto offerto dal birrificio Forst di Foresta-Lagundo. L’Azienda sanitaria fa quindi sapere che per chi deciderà di sottoporsi alla vaccinazione, venerdì 8 ottobre dalle 10 alle 17.30 il vaxbus sosterà davanti al birrificio dove sarà possibile consumare il lauto pasto in premio con l’inoculazione.

Ilaria Paoletti

You may also like

5 comments

Prof. Massimo Sconvolto 9 Ottobre 2021 - 10:52

Solo un idiota venderebbe la propria salute per fare da cavia a vaccini sperimentali che hanno causato addirittura morti per giunta per così poco.

Senza considerare la mercificazione delle donne.

Femministe austriache?

No pervenute?

Reply
Sergio Pacillo 10 Ottobre 2021 - 4:57

Meglio i cento dollari negli Stati Uniti.

Reply
Prof. Massimo Sconvolto 10 Ottobre 2021 - 8:59

I cento dollari ormai sono carta igienica usata come ammesso da Greenspan
https://www.theburningplatform.com/2016/06/27/greenspan-warns-a-crisis-is-imminent-urges-a-return-to-the-gold-standard/

considerato che dal 1934 gli Stati Uniti non hanno più un grammo d’oro
https://www.youtube.com/watch?v=8F-20RzjBQ4

visto che tra l’altro gli USA sono già in bancarotta
https://www.blacklistednews.com/article/77962/american-national-debt-increases-and-becomes.html

e infatti il loro debito spazzatura, quello con cui Biden programmava di coprire l’infrastructure bill
https://www.cnbc.com/2021/03/26/build-america-bonds-may-be-key-to-financing-bidens-infrastructure-plans.html

non lo vuole nessuno
https://www.marketwatch.com/story/build-america-bonds-are-the-key-to-the-infrastructure-bill-scott-minerd-says-11627320798

Reply
fabio crociato 11 Ottobre 2021 - 6:59

Vale proprio un c. la ns. salute…

Reply
Prof. Massimo Sconvolto 11 Ottobre 2021 - 10:59

No, no!

Vale tanti soldi!

Purtroppo non per noi, la salute per noi è sempre un costo.

Il vaccino lo paga lo Stato?

Lo Stato paga con le nostre tasse.

Scusa la conclusione banale non rivolta a te Fabio ma a tutti quelli che sento dire “Il vaccino è gratis” e per sfortuna delle persone intelligenti gli ignoranti sono la maggioranza. 🙁

Reply

Commenta

Redazione

Chi Siamo

Il Primato Nazionale plurisettimanale online indipendente;

Newsletter

Iscriviti alla newsletter



© Copyright 2023 Il Primato Nazionale – Tutti i diritti riservati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: