Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 ott – Un curioso incentivo alla vaccinazione quello ideato a Vienna: un bordello, infatti, ha deciso di premiare i clienti neo vaccinati con un buono da spendersi rigorosamente con le signorine del posto.



Vienna, il bordello e il buono-vaccino

Il bordello “Funpalast” organizza nei suoi locali una “Lunga notte del vaccino” e offre a ogni neo vaccinato un buono di 30 euro, scrive il quotidiano Kurier e riporta l’Ansa. La casa di appuntamento si trova nelle immediate vicinanze del monumento del pittore Gustav Klimt, il titolare del “Funpalast” Christoph Lielacher suggerisce anche la scusa da raccontare a casa: “Oggi mi sono fatto vaccinare vicino al monumento di Klimt”.

“Speriamo aumentino i clienti”

L’iniziativa si rivolge soprattutto a migranti che rappresentano una parte consistente della clientela del bordello. “A causa della pandemia abbiamo registrato un calo del 50%, con questa iniziativa speriamo che il numero dei clienti torni a salire”, spiega il titolare.

Wurstel, Brezen e birra analcolica in cambio del vaccino

Niente a che fare con l’idea di Bolzano. In Alto Adige, una Asl evidentemente a corto di espedienti per convincere gli indecisi prova a sedurre lo zoccolo duro dei non vaccinati prendendoli per la gola con tre delle tradizionali cibarie locali: uno spuntino a base di Weißwurst (wurstel bianchi), Brezen e birra analcolica. Il tutto offerto dal birrificio Forst di Foresta-Lagundo. L’Azienda sanitaria fa quindi sapere che per chi deciderà di sottoporsi alla vaccinazione, venerdì 8 ottobre dalle 10 alle 17.30 il vaxbus sosterà davanti al birrificio dove sarà possibile consumare il lauto pasto in premio con l’inoculazione.

Ilaria Paoletti



La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Solo un idiota venderebbe la propria salute per fare da cavia a vaccini sperimentali che hanno causato addirittura morti per giunta per così poco.

    Senza considerare la mercificazione delle donne.

    Femministe austriache?

    No pervenute?

  2. No, no!

    Vale tanti soldi!

    Purtroppo non per noi, la salute per noi è sempre un costo.

    Il vaccino lo paga lo Stato?

    Lo Stato paga con le nostre tasse.

    Scusa la conclusione banale non rivolta a te Fabio ma a tutti quelli che sento dire “Il vaccino è gratis” e per sfortuna delle persone intelligenti gli ignoranti sono la maggioranza. 🙁

Commenta