Roma, 22 dic — Le novità dal fronte del politicamente corretto e della sua terra d’origine, gli Usa, sono sempre in costante evoluzione. Ogni giorno, anzi ogni ora, c’è una novità da raccontare e un novello monito a cui obbedire: l’ultima storia, in ordine di arrivo, proviene dall’Università di Standford situata nella correttissima e iper-progressista California, ateneo famoso anche per il celeberrimo esperimento del 1971 dello psicologo Phil Zambardo, da cui è stato tratto il film Effetto Lucifero.

A Stanford si riscrive il vocabolario 

L’università ha pubblicato una vera e propria lista di parole considerate harmful language, ossia linguaggio dannoso, con l’obiettivo di eliminarne l’uso dal sito dell’ateneo e dai suoi dispostivi informatici. Alle parole bandite verranno sostituite altre, ritenute più idonee e meno offensive. Tra i termini che andranno banditi c’è quello di “american”, il quale verrà sostituito con “Us citizen” per non offendere gli abitanti le altre nazioni del continente americano, rinunciando così al sovranismo implicito al termine “american”.

Abort la parola aborto 

Anche “abort”, inteso come verbo, va sostituito con “cancel” o “end” così da non aumentare le tensioni legate alla tematica che sta infiammando gli Usa. Stesso discordo per “child prostitute” da sostituire con “child who has been trafficked” e “demanding or entitled White woman” dovrà essere usato al posto di “karen”, termine diventato famoso recentemente per indicare donne di mezz’età convinte di poter moralizzare il prossimo. Un fenomeno esploso nell’ultimo biennio, dove decine di video immortalano isteriche signore, solitamente agghindate da due mascherine contemporaneamente, redarguire chi non fosse sufficientemente ossequioso alle norme igienicamente corrette.

L’immancabile sezione dedicata al genere 

Come sostiene Foxnews, nella sezione dedicata al genere, l’indice dice che “pronomi” dovrebbe essere usato invece di “pronomi preferiti” perché “preferito” indicherebbe che “l’identità di genere non binaria è una scelta e una preferenza”. La sezione dedicata all’istitutionalized racism, ossia al razzismo sistemico, eliminerà l’uso di “black hat”, “black mark” e “black sheep” per “la connotazione negativa correlata al colore nero”. Anche il termine “immigrato” va sostituito con “una persona che è immigrata”.

Elenco infinito

La lista prosegue anche intervenendo sui parcheggi per disabili, “handicap parking”, che da ora in avanti dovranno essere indicati come “accesible parking”, ossia parcheggio accessibile e non si lascia in pace nemmeno la morte, o meglio il suicidio: il tragico gesto non potrà più essere indicato con “committed suicide” ma con “dead by suicide”, differenziazione paranoide che tanto ricorda l’epico scontro su morti “per” o “con” covid.

Prossimamente anche fuori Stanford

L’elenco continua con altre cervellotiche indicazioni concernenti l’appropriazione culturale, la violenza e tanto altro, un processo costantemente ossessionato dal culto di alcune specifiche minoranze e sempre subordinate all’espansione del mantra del Politicamente Corretto. Sarebbe ingenuo illudersi che tutto questo rimanga entro il perimetro del campus universitario, è anzi proprio grazie alla lucida penetrazione entro le accademie dove si forma il pensiero della classe dirigente, che ci troviamo circondati da una cappa (cit. Veneziani) che appare sempre più asfissiante.

Valerio Savioli

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. “Us citizen” per non offendere gli abitanti le altre nazioni del continente americano, rinunciando così al sovranismo implicito al termine “american”.

    Peccato che siano proprio tutti gli “altri” americani (messicani in primis) a chiamare gli US citizens “los americanos”, oltre ai termini quali yanquis, gringos, ed altro.

  2. Ma …. non erano il paese dei liberi ?????
    La puttanata è stata partorita da un vecchio prof con l’ Alzheimer o da un gruppo di pirla ???
    I rivoluzionari francesi cambiarono pure i nomi dei mesi ….. poi arrivò l’ IMPERATORE ….. non rimpiangono i giacobini , Napoleone si .

    L’ America è stata fondata da stupidi bigotti protestanti inglesi , che stavano sulle palle pure in GB ……

    I razzisti , per altro , da decenni chiamano i NEGRI scimmie ….. quindi ora imporranno il termine ANIMALE QUADRUMANE etc etc ????

    Pare che il governo Iraniano sia più MODERNO dei Californicanti ….

    Il linguaggio si evolve autonomamente , non per decreto se non vivi in una dittatura .

    Per altro , ultimamente ho notato che se un idiota usa un vocabolo strano in TV ,
    in pochi giorni lo usano un sacco di altri idioti , pardon opinionisti , non la definirei evoluzione .
    L’ ultima MODA è APPNICATO / APPANICARSI , co uso improprio del verbo privato
    dell’ ausiliare .
    E’ un mondo PETALOSO ……

    Petaloso si potrà usare il California ???? O si offendono i fiori ed i figli dei .

Commenta