Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 mar – Recep Tayyip Erdogan è un nemico dell’Italia e dell’Europa. Dal sostegno alle milizie islamiste in Siria, alle provocazioni turche nei confronti di Eni nelle acque di Cipro, passando per la concorrenza che Ankara ci sta facendo in Libia, fino al nuovo ricatto con le migliaia gli immigrati ammassati alla frontiera tra Turchia e Grecia, il “sultano” non fa altro che collezionare atti ostili contro di noi. Per questo appare ancora più inaccettabile il fatto che l’Unione Europea continui ad elargire fondi che non fanno altro che accrescere il potere e il ruolo di Erdogan.



Delmastro: “Dal 2000 ad oggi ben 45 miliardi dalla Ue al sultano”

A passare dalle parole ai fatti è Andrea Delmastro Delle Vedove, capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Esteri, che in un video pubblicato su Facebook ha usato parole dure contro il “sultano” Erdogan: “Dopo essere entrato in Siria a fare la guerra, dopo aver invaso la sovranità marittima di Cipro, nazione europea, nel silenzio della Ue e dell’Italia, dopo essere andato in Libia pregiudicando i nostri interessi energetici, oggi minaccia l’Europa con l’atto ostile di scaricare più di 3 milioni di profughi alle nostre frontiere”. Come spiega Delmastro è stata proprio l’Unione Europea a foraggiare il presidente turco in questi anni. “Questo nano economico è stato trasformato in sultano dall’Europa, in questi anni ci sono stati una pioggia di finanziamenti europei a favore di Erdogan: dal 2000 ad oggi il sultano ha ricevuto 45 miliardi dalla Ue. Solo dal 2002 al 2020 ha preso più di 10 miliardi per la pre adesione all’Unione. Si stima ulteriormente che fra 2021 e 2027 prenderà tra i 6 e i 7 miliardi, sempre per la pre adesione. Inoltre ha ricevuto oltre 29 miliardi dalla banca europea di investimento dal 2000 ad oggi”.

Una “tempesta di sanzioni” contro Erdogan

“Vi pare possibile”, prosegue il deputato di Fdi, “che colui che compie quotidianamente atti ostili contro l’Europa, che dice ai turchi “fate 5 figli voi che siete in Europa per islamizzare il continente” riceva tutti questi contributi? Vi pare che un nemico della nostra civiltà, che un nano economico venga trasformato in un sultano dai contributi europei?”.

Delmastro illustra l’azione politica del partito di Giorgia Meloni. “Abbiamo depositato come Fratelli d’Italia in Commissione Esteri risoluzione in cui impegniamo il governo italiano a chiedere una tempesta di sanzioni terrificanti mai viste nei confronti del sultano Erdogan, per atti ostili nei confronti della Ue. E soprattutto per chiedere che venga revocato lo status di candidato all’adesione all’Europa. La Turchia non è geograficamente, culturalmente, politicamente Europa, ma soprattutto Erdogan non può più ricevere soldi da noi per fare guerra all’Occidente”.

Davide Di Stefano

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta